Italia, Mancini predica calma: "Retrocessione? Non cambierebbe nulla"

Commenti()
Getty Images
Roberto Mancini alla vigilia di Polonia-Italia: "Non sarà facile, ce la giochiamo. Felice per i goal di Immobile alla Lazio, ne faccia anche con noi".

Polonia-Italia sa di ultimissima spiaggia per gli azzurri che non possono più sbagliare: una sconfitta significherebbe retrocessione nella Serie B della Nations League, ulteriore macchia dopo la mancata qualificazione ai Mondiali.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Nella conferenza stampa della vigilia, Roberto Mancini ha ammesso i limiti della sua rosa: "L'obiettivo è quello di costruire una squadra per gli Europei, il percorso è iniziato a maggio. Giusto che il Portogallo sia primo nel girone perché è migliore di noi, noi ci giochiamo il secondo posto con la Polonia che resta una squadra forte e con tanto talento. Possiamo giocarcela. All'andata fu giusto il pari perché loro non hanno creato limpide occasioni, col Portogallo invece abbiamo meritato di perdere".

Tante critiche rigettate al mittente: "Lo so che non vinciamo da mesi ormai, ma per costruire una squadra all'altezza serve tempo, cinque partite non bastano. Allo stesso modo serve un attaccante che fa goal e altre soluzioni. Con l'Ucraina abbiamo fatto bene per un'ora, poi c'è stato un calo anche a causa dei cambi fatti. Bisogna continuare su questa strada".

"Dobbiamo trovare una squadra il più velocemente possibile - continua il ct - il rapporto con chi sta in Federazione è ottimo. I tanti cambi? Volevo vedere giovani all'opera in due gare complicate, ora sono anche più in avanti nella preparazione".

Un'eventuale retrocessione non sarebbe da catalogare come un dramma: "Anche ad altre squadre come la Croazia, l'Inghilterra e la Germania potrebbe accadere qualcosa del genere. Non è che se perdiamo non giochiamo più, l'obiettivo sarebbe sempre quello di andare agli Europei. La Nations League ha il compito di non sottovalutare le amichevoli".

Verratti ha convinto a Genova: "Lui ci serve per la sua qualità, ha bisogno di ritrovare la condizione migliore e di imparare a conoscere meglio alcuni compagni di squadra. Con l'Ucraina mi è piaciuto molto".

Tanta differenza di prestazioni per Immobile , che in azzurro non ingrana: "Sarei contento se continuasse a fare goal con la Lazio, sarebbe bello se li facesse anche con noi che ne abbiamo bisogno ".

Chiudi