Italia ai Mondiali, nessun premio qualificazione dalla FIGC: ci pensa Tavecchio

Commenti()
La FIGC non ha garantito premi ai giocatori dell'Italia in caso di qualificazione, ci pensa Tavecchio. Senza Mondiali rischia il posto di presidente.

Non solo Giampiero Ventura. Italia-Svezia può decidere anche il futuro di Carlo Tavecchio la cui poltrona da presidente della FIGC, in caso di mancata qualificazione ai Mondiali, non sarebbe più così salda.

Il numero uno del CONI Malagò ripete da settimane come non vedere l'Italia a Russia 2018 sarebbe una catastrofe, termine usato peraltro dallo stesso Tavecchio che però non ha alcuna intenzione di mollare.

Al momento d'altronde la posizione di Tavecchio sembra ancora piuttosto solida soprattutto grazie al sostegno del vice Sibilia che controlla i 6 voti della Lega Dilettanti nel Consiglio Federale.

Chiaro però che una disfatta contro la Svezia potrebbe cambiare lo scenario e aprirebbe la strada all'ipotesi di un commissariamento della FIGC, specie se le Leghe di Serie A e B non troveranno l'accordo per eleggere un presidente.

Intanto Tavecchio, secondo quanto riporta 'La Stampa', ha cercato di motivare ulteriormente gli Azzurri promettendo un premio personale a ogni singolo giocatore in caso di qualificazione. Premio che invece non era stato previsto dalla FIGC. Il viaggio in Russia, insomma,vale tanto per tutti. Tavecchio compreso.

Chiudi