Inter, Spalletti promuove LionRock: "Importante per la crescita del club"

Commenti()
Getty
Luciano Spalletti presenta in conferenza stampa il match di domenica tra il Torino e la sua Inter.

Dopo il pareggio interno col Sassuolo di sabato scorso, l'Inter si prepara alla trasferta in casa di un Torino a caccia di un posto in Europa e reduce dal bruciante ko dell'Olimpico con la Roma.

Guarda su DAZN oltre 100 match di Serie A e tutta la Serie B: attiva ora il tuo mese gratuito!

Nella conferenza della vigilia, Luciano Spalletti ha promosso a pieni voti l'ingresso in società del fondo LionRock come socio di minoranza.

"È un'ottima notizia per tutti noi, serve per dare risposte ai tifosi che chiedono a gran voce una squadra sempre più forte. Un buon viatico per il futuro che si spera sia ricco di grandi soddisfazioni e successi".

Il pareggio col Sassuolo ha frenato leggermente la corsa, ma il tecnico di Certaldo non sembra preoccupato.

"L'anno scorso ci fu un periodo complicato, ottenemmo poco in effetti. Ora però non me la sento di fare paragoni con quei tempi. Un momento così può capitare, l'importante è che tutti diano il massimo per la conquista degli obiettivi che ci siamo prefissati di raggiungere. Il mercato toglie sempre qualcosa".

Icardi non segna su azione dal 2 dicembre, l'ultima rete in campionato risale al 15 dicembre, decisiva per battere l'Udinese.

"Mauro sta facendo bene, i suoi sono movimenti in funzione della squadra e sono soddisfatto di lui. Poi ovviamente ci sono periodi in cui tutto riesce bene ed altri meno fortunati, il discorso fatto prima per la squadra vale anche per il nostro capitano".

Ivan Perisic Inter

Perisic continua il suo rendimento horror, con tanto di voci di mercato per nulla rassicuranti.

"Lui è un giocatore forte e, come tutti quelli forti, fa parlare di sé. È normale tutto questo. Da lui ci si aspetta sempre qualcosa di più rispetto agli altri, è nella sua natura. Tutti lo vorrebbero, ma senza i numeri giusti non si concretizza".

Battere il Torino del grande ex Mazzarri non sarà per nulla semplice.

"È uno di quei tecnici partito dal basso e arrivato molto in alto, gli vanno fatti soltanto tanti complimenti. Iago Falque l'ho avuto alla Roma e le sue qualità le conoscono tutte: dovremo tenere il pallone il più lontano possibile dalla nostra area di rigore".

Cedric Soares nuovo acquisto, in forte dubbio la permanenza di Sime Vrsaljko.

"Essendo ancora di proprietà dell'Atletico Madrid, saranno loro a prendere una decisione su come intervenire per gestire l'infortunio. È una situazione complessa, tutta in divenire. Politano? Il suo è un problema da valutare giorno per giorno, ma sono fiducioso su un recupero per il match di domenica". 

Altre parole al miele per Dalbert, nonostante lo scarso minutaggio che Spalletti gli ha concesso.

"Colpa mia se ha giocato poco, ma Dalbert è il più forte di tutti, un giocatore completo sotto ogni aspetto. Davanti ha un giocatore altrettanto bravo come Asamoah".

Apertura al 3-5-2, seppur con qualche riserva di natura tecnica.

"Può andar bene come modulo, all'andata giocammo così. Poi può essere anche 3-4-3 o 3-4-2-1 a seconda delle dinamiche a centrocampo. Però dovete dirmi chi in Europa gioca e vince con la difesa a tre: praticamente nessuno".

Chiudi