Inter, Keita duro sui cori a Koulibaly: "La gente ignorante c'è sempre"

Commenti()
Getty Images
Keita Baldé condanna fermamente gli ululati al connazionale Kalidou Koulibaly in Inter-Napoli: "Difficile che non si ripeteranno, c'è ignoranza".

Il suo è stato l'ultimo goal dell'Inter nell'anno solare 2018, peraltro decisivo ai fini della conquista dei tre punti sull'ostico campo di Empoli: Keita Baldé sta calando posizioni nelle gerarchie di Luciano Spalletti, facendosi trovare pronto quando è chiamato in causa.

Guarda su DAZN oltre 100 match di Serie A e tutta la Serie B: attiva ora il tuo mese gratuito!

L'articolo prosegue qui sotto

Il senegalese è arrivato a quota quattro goal con la maglia nerazzurra, tutti in campionato: contro il Frosinone era arrivata una doppietta, prima del sigillo che aveva illuso l'Inter sul campo della Roma e della già citata rete di Empoli.

Intervistato da 'Sky Sport', Keita è però tornato sugli ululati arrivati nei confronti del connazionale Kalidou Koulibaly nel corso di Inter-Napoli dello scorso 26 dicembre, gara vinta dai padroni di casa grazie ad un acuto di Lautaro Martinez in pieno recupero.

"Difficilmente non accadrà più. Purtroppo la gente ignorante c'è sempre. Se non imparano l'educazione da piccoli, difficile che possano farlo a 30-40 anni. Non è giusto che a pagare siano 100 persone per 10".

I presupposti per un ritorno dell'Inter nell'élite del calcio internazionale ci sono tutti, il progetto procede spedito.

"La società sta lavorando ottimamente sotto ogni aspetto. La crescita è costante ed ogni anno sarà sempre meglio. L'Inter è un grande club sia a livello nazionale che europeo, ha tutto per arrivare in fondo in Europa League".

Per il riscatto dal Monaco serviranno 34 milioni, cifra elevata che però non fa parte dei pensieri dell'ex Lazio.

"Non penso a questo, il mio unico obiettivo è lavorare per continuare a migliorare. Sarà il tempo a dire cosa accadrà".

Chiudi