Notizie Risultati Live
Calciomercato

Inter-Jovetic, rottura insanabile e addio a gennaio: c'entra Icardi

08:21 CET 19/12/16
Jovetic Inter
Dopo lo sfogo del suo agente Ramadani, seguito dalle smentite del D.s. Piero Ausilio, a gennaio sarà addio fra Jovetic e l'Inter. E sul banco degli imputati ci sarebbe Icardi...

Non c'è pace in casa Inter, nonostante l'importante vittoria in trasferta dei nerazzurri sul campo del Sassuolo, che proietta la squadra di Pioli al 7° posto in classifica a 6 lunghezze di ritardo dal Milan e a 2 dall'Atalanta.

Ausilio: "Jovetic? Solo scelte tecniche"

In casa nerazzurra continua infatti a tener banco il caso Stevan Jovetic. Il giocatore montenegrino, arrivato a Milano nel  2015 con grandi aspettative, non le ha poi mantenute, ed è ormai ai margini della squadra anche con l'arrivo del tecnico parmense, che non lo ha inserito nemmeno nella lista dei convocati per la gara contro i neroverdi.

Duro è arrivato lo sfogo del suo agente, Fali Ramadani, attraverso 'La Gazzetta dello Sport': "La società e i dirigenti si sono comportati in maniera non professionale, - ha attaccato il procuratore - perché la formazione la fanno i giocatori, e questo non è da Inter, un grandissimo club".

Secondo il quotidiano sportivo milanese, l'accusa, neanche troppo velata, sarebbe indirizzata al capitano nerazzurro Mauro Icardi, con il quale Jo-Jo non ha mai legato nemmeno calcisticamente nei 17 sofferti mesi trascorsi in nerazzurro. E non sarebbe un caso che gli unici lampi per lui siano arrivati all'inizio della scorsa stagione, quando Jovetic fu chiamato proprio a sostituire proprio il capitano, che si era infortunato al debutto contro l’Atalanta. 

"Pensare che all’Inter i giocatori facciano la formazione come in una tombola di Natale è una cosa che non esiste. - è stata la replica della società per bocca di Piero Ausilio - Se Jovetic non gioca è per ragioni tecnico-tattiche. Ma resta un patrimonio della squadra, un grandissimo campione che in settimana lavora bene".

Nonostante la ferma smentita del D.s., la frattura fra le parti appare ormai insanabile e, secondo 'La Gazzetta dello Sport', il destino di Jo-Jo sarebbe di fatto già segnato, con una cessione a gennaio. Il problema è al momento trovare potenziali acquirenti per il giocatore che possano soddisfare le richieste tecnico-economiche dell'Inter.

Sarebbe infatti quasi impossibile impostare uno scambio di prestiti con Milan Badelj della Fiorentina, il cui contratto è in scadenza nel 2018, visto che l'intenzione del D.g. dell'area tecnica viola sarebbe quella di monetizzare subito. In ogni caso è possibile che lo stesso Ausilio incontri i dirigenti viola prima di Natale e si trovi una soluzione che soddisfi entrambe le parti.

Inoltre, come riportato da 'Transfermarkt', il cartellino di Jovetic si è svalutato enormemente nel corso degli ultimi 3 anni: nel 2013 il Manchester City pagò 30 milioni di euro alla Fiorentina per acquistarlo, ora invece vale meno della metà, 'appena' 12.