Inter-Icardi, ritorno a San Siro freddo: 'tregua armata' fino a giugno

Commenti()
Getty
Icardi torna a San Siro, sotto qualche fischio e un po' di indifferenza. Wanda intanto è più serena: "Per noi sono stati giorni felici".

Il ritorno a San Siro, soprattutto dopo il goal contro il Genoa, Mauro Icardi se lo aspetta diverso. Avrebbe voluto incidere, con un goal, in una sfida importante come quella contro l'Atalanta. Anche per prendersi una rivincita personale. Ed invece la serata è scivolata un po' nella neutralità, anche da parte del pubblico.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

In molti si aspettevano una reazione negativa nei suoi confronti, ma i cori sono arrivati solo da una parte della Curva Nord, coperti dal resto dello stadio. Niente di trascendentale, insomma.

Il giocatore argentino continua invece il rapporto complicato con Luciano Spalletti, che nel post-partita è tornato ad usare il bastone.

L'articolo prosegue qui sotto

Tutto ha il sapore di una pace 'forzata', dettata dal bene comune, che in questo momento per tutti è la qualificazione dell'Inter alla prossima Champions League. Le due strade sembrano infatti ancora destinate a separarsi a fine stagione, anche perché difficilmente la società nerazzurra vorrà insistere su un giocatore fischiato dalla parte calda dei tifosi.

Intanto, stranamente, Wanda Nara ha avuto parole serene e distensive nel solito appuntamento con 'Tiki Taka domenica sera. La moglie di Mauro Icardi si è limitata ad un breve commento.

"Per noi sono stati giorni felici dopo la partita contro il Genoa. Tornare con un goal e una partita così è stato speciale, una delle migliori prestazioni sue che io abbia mai visto. L'Atalanta era un avversario importante, hanno giocato bene entrambe le squadre ed è un pareggio buono per tutti".

Chiudi