Inter, è il momento della difesa a tre: Spalletti obbligato dagli infortuni

Commenti()
Inter verso uno schieramento difensivo a tre contro il Tottenham: l'altra ipotesi è lo spostamento di Skriniar nel ruolo di terzino destro.

Battuta, fischiata e arrabbiata: non c'è quasi nulla da salvare per l'Inter nell'ultimo incontro con il Parma, vincitore grazie ad una perla dell'ex (i nerazzurri possono riacquistarlo a fine stagione) Federico Dimarco, autore da un goal da urlo viziato però da una posizione di fuorigioco attivo di Inglese che si trova sulla traiettoria impedendo ad Handanovic una degna visuale.

Segui Sampdoria-Inter in esclusiva in diretta streaming su DAZN

Al netto delle polemiche arbitrali, il gioco ha offerto ancora lacune preoccupanti a cui vanno ad aggiungersi pesanti infortuni che rischiano di rappresentare un problema enorme: alle già non perfette condizioni di Vrsaljko (sofferente di un'infiammazione al ginocchio sinistro) si è aggiunto l'infortunio di D'Ambrosio, vittima di un trauma contusivo alla coscia destra.

Se come prevedibile entrambi non saranno a disposizione in vista dell'esordio in Champions contro il Tottenham, Spalletti si troverebbe praticamente obbligato a compiere la scelta del passaggio alla difesa a tre, già sperimentata in occasione del 2-2 col Torino alla seconda giornata.

PS Inter difesa a 3

Allora fu proprio D'Ambrosio ad affiancare Skriniar e De Vrij, ora toccherebbe invece a quel Miranda utilizzato soltanto alla prima giornata sul campo del Sassuolo, dove causò con una trattenuta ai danni di Di Francesco il rigore decisivo poi trasformato da Berardi.

Da allora solo panchina per il brasiliano, mai più chiamato in causa a differenza delle passate stagioni, quando divenne leader incontrastato della retroguardia interista, arricchita dall'arrivo di De Vrij che si è imposto nel ruolo da titolare. Esterno destro a tutta fascia Candreva, favorito su Politano visto che ha già ricoperto più volte quella posizione, anche in Nazionale.

Un'altra opzione è rappresentata dal mantenimento della difesa a quattro: anche in questo caso giocherebbe Miranda ma sarebbe Skriniar a spostarsi a destra, con Asamoah che invece dovrebbe agire da terzino sinistro. In questo caso potrebbe invece avere più chances in avanti Politano, seppur contro il Parma non abbia dimostrato di essere in palla.

PS Inter difesa a 4

In mezzo al campo è previsto il ritorno di Vecino dopo la fiducia rinnovata a Gagliardini (assente nella lista presentata all'UEFA) in campionato: per l'ex Atalanta prova soddisfacente in fase difensiva, molto meno in quella di spinta dove ha denotato evidenti limiti, soprattutto al momento di concludere verso la porta avversaria.

In avanti ci sarà il ritorno di Icardi dal primo minuto, supportato da Perisic e Nainggolan, quest'ultimo apparso sulle gambe nell'ultimo quarto d'ora di campionato. Scelte determinate più dall'obbligo che da altri fattori: Spalletti, per ora, non ha molta libertà d'azione.

Prossimo articolo:
Campbell a Goal: "Il Frosinone non è spacciato, ma la Serie A è un inferno"
Prossimo articolo:
Calciomercato Inter, Skriniar verso il rinnovo: 3 milioni più bonus
Prossimo articolo:
Carpi-Foggia: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Calciomercato Chelsea, Higuain arriva nei prossimi giorni: debutto col Tottenham?
Prossimo articolo:
Arsenal-Chelsea: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Chiudi