Notizie Risultati Live
Champions League

Inter, Conte: "Limiti della rosa, a parte Godin nessuno ha vinto niente"

08:05 CET 06/11/19
Antonio Conte Inter 2019-20
Antonio Conte deluso dopo la rimonta subita dall'Inter a Dortmund: "Nei momenti d'emergenza a chi chiediamo aiuto? A Barella arrivato dal Cagliari?".

L'Inter si lecca le ferite dopo il pesante ko di Dortmund, forse decisivo in ottica qualificazione agli ottavi di Champions League: nerazzurri rimontati nella ripresa in situazione di doppio vantaggio, gettato alle ortiche con una prestazione scialba che ha fatto arrabbiare e non poco Antonio Conte.

Segui la Serie A TIM con 3 gare ogni giornata in diretta streaming su DAZN 

L'allenatore salentino ha evidenziato i limiti strutturali della rosa ai microfoni di 'Mediaset', chiedendo implicitamente rinforzi nella sessione invernale del calciomercato che si aprirà a gennaio.

"Non credo sia una questione di livello alto in Champions, credo più che altro che ci siano limiti a livello numerico e di rosa. Se i giocatori giocano tutte le partite alla fine qualcosa si paga. Sono stati fatti errori incredibili, ai giocatori però non sento di dire nulla. Sono incazzato nero, perdere dopo questo primo tempo fa male. Delusioni del genere cancellano tutto il lavoro fatto finora. Al club non sto facendo nessuna richiesta, siamo questi e andremo avanti così. Dico solo che abbiamo sbagliato qualcosa durante la progettazione della stagione".

Gli infortunati non hanno permesso a Conte di effettuare quelle rotazioni che sarebbero state utili per far rifiatare qualcuno nel tour de force.

"Abbiamo tre giocatori infortunati e siamo in emergenza: anche altre squadre ne hanno ma non se ne accorgono, noi sì. Sarà un'annata molto dura, dobbiamo migliorare tutti, me compreso".

La poca esperienza sul palcoscenico europeo ha avuto un ruolo decisivo nella disfatta tedesca.

"Stiamo parlando di un gruppo di giocatori che, Godin ha parte, non ha vinto niente. In situazioni del genere a chi chiediamo aiuto? A Barella che abbiamo preso da Cagliari? A Sensi che è arrivato dal Sassuolo? Ai calciatori dirò sempre grazie, stanno dando l'anima e devono sopportare molte fatiche. Dobbiamo stare rasoterra, il secondo posto in campionato non deve inebriare i problemi che abbiamo".

In conferenza stampa Conte è tornato sulla programmazione della stagione e su qualche errore commesso in fase di preparazione.

"La programmazione l'ho fatta io assieme ai dirigenti, l'ho sempre detto e lo ribadisco. Non avrei dovuto fidarmi di alcune situazioni: mi riferisco ai limiti della rosa".