Insulti omofobi al portiere: arrestato all'intervallo

Ultimo aggiornamento

Non solo gli insulti razzisti nel mondo del calcio, ma bensì anche quelli omofobi. Nulla di nuovo sotto il sole, ma qualcosa in termini di provvedimenti comincia a muoversi. In Inghilterra, nel match tra il Tranmere Rovers e il Wycombe Wanderers, un tifoso dei padroni di casa è stato arrestato.

Con DAZN segui 3 partite della Serie A TIM a giornata IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Ryan Allsop, portiere dei Wanderers, è stato vittima di continui insulti omofobi da parte del tifoso presente in curva, che ha portato l'estremo difensore a lamentarsi duramente durante l'intervallo, ottenendo l'intervento della polizia del Merseyside che ha provveduto all'arresto.

L'ispettore capo Jason Crellin ha ringraziato pubblicamente Allsop e tutti i tesserati:

    "Siamo grati al giocatore, alle squadre e allo staff dell'impianto per essere intervenuti e aver segnalato immediatamente questi episodi di violenza".

La gara di League One, terza serie inglese, è stata anche trasmessa in tv, ragion per cui gli insulti ad Allsop sono stati ascoltati da migliaia di persone:

"Voglio anche rassicurare loro, tutti i presenti e gli spettatori in televisione che lavoreremo a fianco di entrambi i club e le autorità per indagare a fondo sulle accuse. L'odio non deve trovare posto nelle nostre comunità e, soprattutto, in occasione di un evento sportivo trasmesso in tv".

Non è ancora chiaro quale sarà il provvedimento nei confronti del tifoso e del Tranmere, ma l'intervento da parte del giocatore e delle due squadre nell'intervenire tempestivamente non dovrebbero portare a grossi problemi per la squadra di casa, visto e considerando l'unicità, negativa, del singolo fan.