Inghilterra, Ferdinand racconta l'incubo in volo: "Eravamo sicuri di morire"

Commenti()
Getty Images
Rio Ferdinand ha raccontato il volo di ritorno dalla Germania all'Inghilterra dopo il Mondiale 2006 con la Nazionale: "Eravamo sicuri di morire".

Un volo da incubo. Così lo ha definito Rio Ferdinand, che al 'Sun' ha raccontato il viaggio di ritorno dalla Germania all'Inghilterra nel 2006, dopo l'eliminazione della nazionale dal Mondiale tedesco.

Guarda su DAZN oltre 100 match di Serie A e tutta la Serie B: attiva ora il tuo mese gratuito!

Il centrale del Manchester United ha raccontato del volo e del panico affrontato a bordo, a causa delle turbolenze: "Il peggior volo che si possa immaginare" ha spiegato Ferdinand. 

"Abbiamo affrontato un tempo terribile e pensavamo tutti che saremmo morti. Piangevamo disperati. Io ero seduto vicino a Rooney e a Gerrard con le loro mogli e tutti quanti urlavano. Erano turbolenze mai viste.

Una cosa assurda, i bagagli volavano e le persone venivano sballottate, nessuno capiva cosa stesse succedendo. Ho pensato che fosse la fine, soprattutto perché ho guardato in faccia le hostess".

L'articolo prosegue qui sotto

Sono state loro a far entrare nel panico anche l'ex centrale difensivo del Manchester United, come ha spiegato: "Puoi sempre cercare di capire quanto sia grave la situazione dalle loro espressioni, quindi ho dato loro uno sguardo e le ho viste sedute al loro posto, impietrite.

'Siamo fregati', lo stavano sicuramente pensando. Di solito sono molto calmo in situazioni del genere, ma dopo aver visto le hostess sono andato nel panico".

Alla fine, nonostante tutte le difficoltà affrontate, l'aereo è riuscito ad atterrare. Il panico è però rimasto nella mente dei giocatori inglesi.

Chiudi