Indizi sul futuro? Barella svela: "Messi è il più forte della storia"

Commenti()
Getty Images
Il centrocampista del Cagliari e dell'Italia Barella ha confermato il suo amore per Stankovic e Conti, svelando però il numero uno di tutti i tempi.

E' cresciuto nella scuola calcio di Gigi Riva, ammirando Nainggolan, Conti e Stankovic. In una famiglia di interisti, in mezzo a tanti cagliaritani, Nicolò Barella ha imparato tantissimo fino a diventare uno dei giovani più importanti del panorama italiano. E sicuramente uno dei migliori giocatori sardi di tutti i tempi.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Nonostante Barella abbia spesso pensato a divenire bandiera del Cagliari come Riva e Conti, il suo destino in una big sembra segnato. Inter, Chelsea, Liverpool e ulteriori grandi squadre d'Europa in lizza per portarlo tra le proprie fila a giugno, anche se il centrocampista sardo probabilmente non disdegnerebbe giocare a Barcellona.

Rispondendo a varie domande poste dai tifosi, in un video pubblicato dalla Federcalcio, Barella ha confermato il suo amore per Stankovic, idolo di quando era bambino, l'importanza di Riva nella sua crescita e la voglia di seguire le orme di Conti. Svelando però, novità, anche il numero uno di tutti i tempi:

"Lionel Messi è il più forte della storia".

Se nell'ultimo biennio si è parlato sopratutto di Inter, anche in virtù dell'amico Nainggolan e di come Barella abbia sempre considerato Stankovic come un idolo, in passato il Barcellona, alla pari della Juventus, aveva mosso timidi passi per portare il giocatore a Barcellona.

Per ora il mercato non è prioritario, visti gli impegni con la Nazionale azzurra e il Cagliari, ma a primavera inoltrata il futuro di Barella potrebbe farsi interessante. Non è da escludere un ulteriore anno in Sardegna, ipotesi comunque però meno fattibile rispetto alla cessione ad una big.

Chissà se l'amore per Messi possa spingere il Barcellona a puntare su di lui, visto e considerando come i blaugrana siano intenzionati a rivoluzionare il centrocampo causa età avanzata e diversi anni di servizio da parte dei vari Busquets e Rakitic. Per ora fanta-ipotesi, tra qualche settimana chissà.

Di certo a chiunque piacerebbe giocare con Messi: tra il dire e il fare c'è però tutto un mondo chiamato calciomercato.

Chiudi