Il Torino ha già scelto il successore di Mihajlovic: ufficiale Mazzarri

Commenti()
Getty
Dopo aver ufficializzato l'esonero di Mihajlovic, il Torino non perde tempo per il suo successore: annunciato Walter Mazzarri.

Al Torino inizia ufficialmente l'era Walter Mazzarri. L'ex tecnico del Napoli torna in Italia per sostituire Sinisa Mihajlovic, esonerato dopo la sconfitta nel derby di Coppa Italia contro la Juventus.

E' successo tutto in poche ore: prima l'annuncio dell'addio di Mihajlovic e poi quello dell'arrivo di Mazzarri, che ha firmato con il Torino un contratto sino al 2020.

Nel pomeriggio Mazzarri dirigerà il suo primo allenamento al Filadelfia in vista del suo esordio in panchina contro il Bologna, valutando i giocatori e le possibili soluzioni tattiche.

Mazzarri è un fedelissimo del 3-5-2, modulo di riferimento del Torino ai tempi di Ventura, ma durante la sua ultima esperienza al Watford ha cambiato spesso sistema di gioco, utilizzando anche la difesa a quattro.

Il Torino con Mihajlovic ha sempre giocato col 4-3-3 o col 4-2-3-1, due moduli che non rispecchiano esattamente lo stile 'mazzarriano'. Bisogna dunque capire se ci sarà uno stravolgimento tattico, iniziando proprio dal passaggio alla difesa a tre.

Molto dipenderà anche dal mercato: il Torino in queste settimane prenderà una punta centrale che possa sostituire – all'occorrenza – Andrea Belotti. Non decolla l'idea Giampaolo Pazzini ('84) del Verona, in quanto si cerca un profilo più giovane.

Così come qualche movimento a centrocampo dovrebbe andare in scena: intriga Manuel Locatelli ('98) del Milan e, sempre rimanendo in salsa rossonera, Cairo e Petrachi dovranno valutare l'umore di Daniele Baselli, seguito proprio dalla società meneghina.  

 

Chiudi