Notizie Risultati Live
Copa Libertadores

Il River Plate propone al Boca Juniors uno stadio unico: impossibile

22:01 CEST 26/04/19
Pavon River Boca Final Copa Libertadores
Il Boca non ha risposto ufficialmente, ma i tifosi non ne vogliono nemmeno sentir parlare: il River ci prova comunque.

Roma e Lazio giocano nello stesso stadio. E danno vita ad uno dei Derby più sentiti al mondo. Ma oltre qualche eccezione, il caso della stracittadina capitolina è l'eccezione che conferma la regola. Sì, perchè nei match cittadini più pericolosi e attesi, gli impianti in questione sono due. E guai a pensare ad uno condiviso: chiedere a River Plate e Boca Juniors.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il 2018 è passato alla storia per la finale di Copa Libertadores probabilmente più importante della storia, visto che River e Boca, due squadre di Buenos Aires, si sono sfidate in finale. Una gara infinita, più volte rimandata in virtà degli incidenti che hanno ferito diversi giocatori Xeneizes. Pensare ad un solo stadio per entrambe? Impensabile per alcuni, proposta per altri.

Sì perchè Rodolfo D'Onofrio, dirigente del River, ha rivelato di aver parlato con Mauricio Marci, presidente della repubblica argentina ed ex proprietario del Boca, della possibilità di costruire un solo stadio per le due grandissime di Buenos Aires. Tifosi in subbuglio e social impazziti.

D'Onofrio ha raccontato la proposta, svelata durante l'intervista in una televisione cilena:

"Gli ho chiesto cosa ne pensasse e non mi ha detto no. Non so se i dirigenti del Boca però lo accetterebbero, lasciare il loro quartiere potrebbe intaccare il loro senso di appartenenza".

Non si tratta di una nuova e assurda idea mai concepita, visto che nel 2000 proprio Macri avanzò la proposta di unire le risorse di Boca e River per stare tutti insieme in un solo stadio:

"Vi sembrerà una follia, ma se facessimo uno stadio nuovo dovremmo farlo col River".

Inutile dire che nessuno prese sul serio la dichiarazione del presidente del Boca, visto e considerando come le due realtà siano agli opposti, con nessuna voglia di avvicinarsi e convivere. Una rivalità pericolosa, che se non controllata può portare anche a danni enormi per gli altri tifosi.

Spiragli per continuare il discorso non sembrano essercene, anche se la Bombonera rimane un problema non ancora risolto: il Boca vorrebbe ampliare la capienza, ma è vicinissima alle case. Quindi, niente da fare. Sicuramente la soluzione non sembra essere, almeno per i tifosi, quella di unirsi al River.