Il nuovo Luca Toni ha 12 anni: "Devo il mio nome ai Mondiali del 2006"

Commenti()
Il ragazzino gioca nelle giovanili del Valencia come difensore e racconta: "Mio padre voleva chiamarmi Toni e mio zio propose di aggiungere Luca".

12 anni dopo la notte di Berlino c'è un altro Luca Toni in prima pagina. Stavolta però i Mondiali non c'entrano dato che il Luca Toni in questione è nato proprio nell'estate del 2006.

A raccontare questa particolare storia è 'Marca' che ha intervistato il piccolo Toni, protagonista in campo con le giovanili del Valencia in cui gioca come difensore ma che cattura l'attenzione soprattutto per il suo nome.

"Mio padre si chiama Toni e voleva chiamarmi come lui, ma mia madre non voleva un altro Toni per casa. Mio zio allora propose di chiamarmi Luca come l'attaccante dell'Italia che un mese prima aveva vinto i Mondiali e così è stato anche se non ho alcun rapporto con l'Italia.

È strano che io sia diventato un calciatore, anche perché sono un difensore e non segno molto", ammette Toni jr.

Il piccolo Luca d'altronde è nato proprio l'8 agosto del 2006, a meno di un mese dalla grande impresa dell'Italia che il 9 luglio dello stesso anno alzava la Coppa del Mondo al cielo di Berlino. Un momento che, evidentemente, è rimasto anche nel cuore dello zio del 'nuovo' Luca Toni. 

Chiudi