Il nuovo Fair Play Finanziario: saldo massimo di 100 milioni per stagione

Commenti()
Getty Images
In base al nuovo accordo tra UEFA e ECA un club non potrà avere un saldo negativo superiore ai 100 milioni di euro sul calciomercato.

L'UEFA non lascia, anzi raddoppia. Il nuovo accordo sul Fair Play Finanziario raggiunto con l'ECA presieduta da Andrea Agnelli mette infatti paletti ancora più duri per i club di tutta Europa sul calciomercato.

In particolare, secondo quanto riporta 'La Gazzetta dello Sport', non si potrà più fare registrare un saldo negativo superiore ai 100 milioni di euro tra la sessione estiva e quella invernale in una singola stagione.

Ciò significa che, ad esempio, il PSG dopo l'acquisto di Neymar in base alle nuove regole avrebbe dovuto cedere giocatori per un incasso totale di almeno 120 milioni di euro per non incorrere in possibili sanzioni. Ma non solo. 

L'esame dei conti da parte dell'UEFA potrà anche andare a ritroso nel tempo e tutti i club saranno obbligati a rendere pubblici i propri bilanci e le commissioni versate agli agenti.

L'altro criterio introdotto per la verifica dei conti è il rapporto sostenibile tra debito netto ed Ebitda (il risultato d’esercizio prima di interessi, tasse, svalutazioni e ammortamenti).

"La violazione di uno dei due nuovi indicatori non comporta automaticamente un’investigazione ma può mettere a rischio il rispetto delle norme del fair play da parte del club", ha spiegato Andrea Agnelli al termine dell'incontro.

L'ECA invece ha respinto la proposta di introdurre una luxury tax lanciata dal presidente dell'UEFA Ceferin per ridurre il gap tra grandi e piccole che però dovrebbero ottenere maggiori indennità per la formazione dei calciatori.

Chiudi