Il Milan riabbraccia Romagnoli: "Torna con lo Shkendija"

Commenti()
Getty Images
Assente da 3 mesi, Alessio Romagnoli sta per tornare. Montella: "Non l'ho convocato per averlo a disposizione giovedì". Bonaventura dopo la sosta.

Non sono solo sorrisi, nel Milan che si appresta a iniziare a Crotone il proprio percorso di rinascita. I risultati confortano, gli infortuni non molto. Due, in particolare: quello di Alessio Romagnoli e quello di Giacomo Bonaventura.

L'ex giocatore della Sampdoria non è mai sceso in campo nel precampionato, ma il problema al menisco riportato nelle scorse settimane sta migliorando: "Ho preferito non convocarlo per averlo a disposizione in vista del ritorno con lo Shkendija", ha detto ieri in conferenza Vincenzo Montella.

Dunque, giovedì potrebbe essere il giorno giusto per rivedere Romagnoli in campo con il Milan dopo tre mesi (il mancino non gioca dalla penultima giornata della scorsa Serie A, contro il Bologna). Uno scampolo di partita, giusto per metter minuti nelle gambe in un match che non ha molto da dire e per ritrovare fiducia.

Per quanto riguarda Bonaventura, invece, il problema muscolare rimediato nell'andata contro lo Shkendija è preoccupante ma non troppo: meno di un mese di stop è la previsione fatta dal Milan.

"Non è nulla di grave, anche se salterà sicuramente le prime due e forse la terza", ha rivelato ancora Montella in conferenza stampa. Il rientro di Bonaventura potrebbe dunque avvenire contro la Lazio, al rientro dalla sosta, o al massimo una settimana più tardi contro l'Udinese.

Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Inter-Skriniar, offerta per il rinnovo
Prossimo articolo:
Palermo-Salernitana: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Higuain al Chelsea, la Juventus incasserà comunque 45 milioni
Prossimo articolo:
Juventus-Chievo: numeri e curiosità
Prossimo articolo:
Genoa-Milan: numeri e curiosità
Chiudi