Il grande ritorno del VAR, Inzaghi amaro: "Non mi diverto"

Commenti()
Getty Images
Dopo alcune giornate di "letargo", il VAR è tornato ad essere protagonista nel nostro campionato. Ma in Serie A c'è ancora chi non si è abituato.

In settimana la FIFA ha ufficializzato la presenza del VAR al Mondiale con le parole di Infantino. Tre giorni dopo in Serie A il VAR torna ad essere protagonista indiscusso della domenica, dopo alcune giornate dove la nuova tecnologia era stata inspiegabilmente messa da parte da alcuni arbitri del campionato. 

Nella giornata di ieri il VAR è stato usato ben dieci volte e in otto occasioni di queste è stato decisivo ai fini del risultato e della decisione presa in esame: tre a San Siro per Milan-Chievo, due per Torino-Fiorentina, due per Verona-Atalanta e una per Benevento-Cagliari. Un caso? Assolutamente no...

La settimana scorsa il VAR era stato usato la metà delle volte, quella prima quattro volte, fino al 23° turno dove era stato consultato solo tre volte. In generale l'andamento dell'utilizzo del VAR è stato il seguente: un boom ad inizio stagione, un letargo in pieno inverno (tanto da far sospettare una sorta di "ammutinamento" da parte degli arbitri) ed un risveglio con la primavera. 

Eppure, nonostante questo, c'è ancora chi non accetta proprio la tecnologia in campo. Simone Inzaghi, dopo il pareggio contro il Bologna, ha parlato così a 'Sky Sport': "Noi avremmo tanti punti in più senza il VAR, sicuramente siamo la squadra più penalizzata del campionato, e per questo i nostri tifosi hanno protestato in maniera pacifica.

Guardavo le partite della Serie A e vedevo che gli arbitri passavano più tempo davanti al VAR che in campo. Non è più il calcio di una volta. Resto del mio parere: non mi diverto. Probabilmente ci dobbiamo abituare, ma è già trascorso più di metà campionato...".

Gli fanno eco le parole di Campedelli dopo la sconfitta del Chievo in casa del Milan: "Anche se non è questo il motivo per cui abbiamo perso, oggi è stato imbarazzante assistere alle decisioni arbitrali tra campo e VAR. La gestione di tante decisioni in campo sono state incomprensibili. Ma quel che è peggio è che anche con gli interventi del VAR le stesse decisioni che avrebbero dovuto essere giudicate in tutt’altra maniera, non hanno avuto la giusta e corretta valutazione".

Infine, a favore della tecnologia si esprime Gattuso, di parere totalmente opposto: "Senza VAR forse questa partita non l’avremmo vinta", ha commentato l'allenatore del Milan dopo la vittoria di San Siro. Sicuramente il periodo di assestamento si sta dimostrando più lungo di ogni aspettativa...

Prossimo articolo:
Calciomercato Lazio, Lukaku andrà al Newcastle: prestito con diritto di riscatto
Prossimo articolo:
Calendario Serie C Girone A 2018/2019
Prossimo articolo:
Calciomercato Juventus, Higuain al Chelsea è un problema risolto temporaneamente
Prossimo articolo:
Serie A, girone di ritorno: le partite trasmesse da DAZN
Prossimo articolo:
Calciomercato Atletico Madrid, Gelson Martins via: andrà al Monaco
Chiudi