Il fratello di Kondogbia: "Mai più all'Inter, meglio il Milan"

Commenti()
Il fratello di Kondogbia attacca ancora l'Inter: "Al Milan sanno gestire meglio le pressioni esterne, il problema è ambientale".

Geoffrey Kondogbia non tornerà all'Inter. Il centrocampista, acquistato a peso d'oro dal Monaco tra l'entusiasmo dei tifosi un paio di anni fa, infatti non ha nessuna intenzione di lasciare Valencia e rientrare in Italia.

A confermarlo è il fratello di Kondogbia, intervistato da 'gianlucadimarzio.com': "Geoffrey vuole restare al Valencia, non vestirebbe più la maglia dell’Inter. Lì è felice e sta bene.

Ho parlato con il Valencia: sia l’allenatore che il presidente mi hanno ribadito la loro volontà di esercitare questo diritto. Poi, credo, dipenderà anche dalle intenzioni che l’Inter ha nei confronti di Cancelo".

Quindi Evans Kondogbia spiega cosa non ha funzionato all'Inter: "L'Inter è una squadra troppo forte per lui, ci sono giocatori più bravi. Lui non è evidentemente all’altezza, al livello per giocare in una squadra così. 

E’ come una donna, ti rendi conto che non è fatta per te. La sintesi reale è che l’Inter ha sbagliato a prendere Geoffrey Kondogbia e lui ha sbagliato ad andare".

Forse insomma sarebbe stato meglio scegliere il Milan che ha a lungo battagliato con i cugini per acquistare Kondogbia: "Lui voleva l’Inter, lo disse anche a Galliani che aveva rilanciato all’ultimo offrendogli di più. 

L'articolo prosegue qui sotto

Ma oggi, pensandoci, forse al Milan sanno gestire meglio le situazioni esterne. Il problema è ambientale. Mio fratello ha bisogno di tranquillità per far bene.

Nelle sue stagioni nerazzurre non si faceva che parlare di quanto era costato, del suo cartellino. Mi sembra che, per essere stato un bidone, 25 milioni di valutazione da parte del Valencia non sono pochi".

 

Chiudi