Il flop di Pavoletti al Napoli: 289 minuti e 0 goal, Cagliari per la riscossa

Commenti()
Getty Images
Leonardo Pavoletti è ormai un nuovo giocatore del Cagliari, ma andiamo a ripercorrere le tappe del suo flop al Napoli, dove è rimasto a secco.

Era il 29 dicembre scorso quando Leonardo Pavoletti, durante le visite mediche con il Napoli, eslamava contento: "Questa è la mia grande occasione". Beh, dopo otto mesi, purtroppo per il giocatore, possiamo dire che l'avventura in Campania dell'attaccante italiano è stato un vero e proprio flop. 

Adesso lo aspetta la nuova avventura al Cagliari, dove avrà il compito di non far rimpiangere Borriello, ma soprattutto quello di riscattare la propria carriera, che sembrava ormai spiccata in volo. Pavoletti è arrivano al Napoli nel momento sbagliato sicuramente, ma anche lui forse non era l'uomo giusto per la squadra di Sarri. Lo si è capito troppo tardi...

Ricapitolando. Pavoletti arriva al Napoli nella sessione invernale di mercato della scorsa stagione, mentre gli azzurri facevano i conti con la rottura del crociato di Milik ed un Manolo Gabbiadini ormai in partenza. In quel momento, la mente geniale di Sarri, senza veri attaccanti a disposizione, aveva già partorito l'idea di spostare Mertens al centro dell'attacco.

Qualche partita per ambientarsi al nuovo ruolo e poi il boom: mentre Pavoletti svolgeva i primi allenamenti con il Napoli (recuperando anche da un problema fisico nato ai tempi del Genoa), in campo Mertens cominciava a segnare a raffica, "imponendo" a Maurizio Sarri di non toglierlo più dal campo. Proprio a discapito di Pavoletti, arrivato con tante belle speranze.

PS Pavoletti

L'ex attaccante del Genoa recupera dall'infortunio e comincia a giocare qualche scampolo di partita, ma solo le briciole lasciate da Mertens. L'attenuante dello scarso minutaggio avuto a disposizione c'è ed è palese, ma da subito si è intravisto che una prima punta fisica come lui, nel gioco armonioso e volece di Sarri, c'entrava ben poco. 

Intanto anche Arkadiusz Milik, l'uomo chiamato in estate per sostituire Higuain, recupera dall'infortunio e torna a disposizione del Napoli. Pavoletti continua a scendere sempre di più nelle gerarchie di Sarri, ed in quei rari momenti in campo, non riesce mai a vedere la porta.

Alla fine dell'avventura con il Napoli sono soltanto 289 i minuti giocati da Leonardo Pavoletti, divisi in 10 scampoli di partite, tra Coppa Italia e Serie A. Zero goal ed un errore marchiano di calciomercato, nato dalla fretta di Aurelio De Laurentiis di sostituire il momentaneo infortunio di Milik. Tra la società, Pavoletti e Sarri, forse la colpa non è in realtà di nessuno. Solo l'uomo giusto al momento sbagliato, nel posto sbagliato...

Chiudi