Notizie Risultati
Calciomercato

Icardi al Real Madrid: lui vorrebbe, l'Inter si ritrova il problema in ritiro

11:42 CEST 03/07/19
Inter Milan Mauro Icardi
Cercato soprattutto dalla Juventus, Icardi ora pensa al Real Madrid: l'argentino deve risolvere la sua situazione con l'Inter, a partire dal ritiro.

Lui, l'Inter e l'altra. Pare il titolo di un film e invece è il presente e il futuro di Mauro Icardi, giocatore del quale si è parlato più di tutti in casa nerazzurra negli ultimi mesi. Da quando il club meneghino ha infatti deciso di togliergli la fascia da capitano, mille voci si sono scatenate circa il possibile divorzio estivo tra l'argentino e l'Inter, con l'altra - intesa come squadra - che potrebbe essere rappresentata da una tra Juventus e Real Madrid.

Segui Copa America e Coppa d'Africa live e in esclusiva su DAZN

Una storia d'amore, quella con l'Inter, alla quale Icardi non se la sente però ancora di mettere la parola fine, convinto di poter tornare al centro del progetto nerazzurro. Punti di vista differenti, con Antonio Conte che non pare infatti intenzionato a trattenere l'argentino a Milano.

Anzi, la volontà del nuovo allenatore dell'Inter sarebbe quella di vendere Icardi per poi sostiuirlo con Romelu Lukaku ed Edin Dzeko, giocatori maggiormente affini alla sua idea di calcio. Il problema? La voglia del diretto interessato di restare in nerazzurro, con Icardi che, stando a 'Libero', sarebbe convinto a lasciare l'Inter solamente di fronte a un passaggio al Real Madrid.

Difficile però che dai blancos arrivi un'offerta, nell'estate in cui il club spagnolo ha già modificato profondamente il proprio parco attaccanti grazie agli acquisti di Luka Jovic ed Eden Hazard. Ecco allora che l'ipotesi Juventus - club che continua il proprio pressing sul giocatore - resta al momento l'opzione più probabile per Icardi.

Nessuna certezza dunque sul futuro di quello che fino a pochi mesi fa sembrava l'uomo simbolo dell'Inter e che ora sarà invece chiamato a fare le valigie nel caso in cui non dovesse riuscire a far cambiare idea a Conte. Magari già dal ritiro di Lugano.