I Mondiali, gli Europei e il 'biscotto': la Svezia è una maledizione per l'Italia

Commenti()
Il Mondiale del 1958, l'Europeo del 1992: cosa hanno in comune queste due manifestazioni? Che l'Italia non c'era... e che si giocava in Svezia.

Quando di mezzo c'è la Svezia , per l' Italia sono storicamente dolori. I precedenti sorridono agli Azzurri, questo è palese, ma è un'altra la statistica che fa venire i brividi.

La Svezia, intesa principalmente come nazione, non porta per niente fortuna all'Italia ed è così dal lontano 1958, l'unico anno nel quale gli Azzurri non si qualificarono per i Mondiali. Prima del 2018.

In quel caso l'Italia fu beffata dalla famosa sconfitta in casa dell'Irlanda de Nord e non partecipò alla fase finale della Coppa del Mondo che si sarebbe disputata, guarda caso, proprio in Svezia.

PS Svezia maledizione

Ma l'inquietudine nei giorni prima dell'eliminazione di San Siro è cresciuta se pensiamo agli Europei del 1992: gli Azzurri non riuscirono a qualificarsi e indovinate dove si giocò la fase finale della competizione? Esatto, sempre in Svezia.

Infine la solita Svezia, insieme alla Danimarca,  ha confezionato anche il celebre biscotto di Euro 2004 che costò l'eliminazione all'Italia nella fase a gironi. 

I Mondiali del 2018 si giocheranno in Russia e non in Scandinavia, ma l'Italia non è riuscita a qualificarsi. Quando c'è di mezzo la nazione che inizia con la S e finisce con la A sono dolori.

 

Prossimo articolo:
Sorriso Juventus: Rugani e Douglas Costa tornano tra i convocati
Prossimo articolo:
La Serie B su DAZN: programma e orari dell'8ª giornata
Prossimo articolo:
Papu Gomez tirerà ancora i rigori? Forse: "Non lo so..."
Prossimo articolo:
Possibile rivoluzione per la Serie B: 20 squadre dal 2019/20?
Prossimo articolo:
Il Napoli su DAZN: in un mese Udinese, Genoa e le sfide del PSG in Ligue 1
Chiudi