Notizie Risultati Live
Premier League

I diritti tv di Premier League: ai club 2 miliardi e mezzo di sterline

16:53 CEST 17/05/18
Camera tv Premier League
United e City sono i due club che intascano la cifra più alta dalle televisioni dopo la stagione 2017/18. Il WBA, ultimo, incassa ben 94 milioni.

Che il calcio inglese, se non altro ai suoi massimi livelli, navighi nell'oro, è risaputo ormai da tempo. E a confermarlo sono i nuovi numeri ufficializzati dalla Premier League, relativi ai proventi dai diritti televisivi per la stagione appena conclusa.

I 20 club della massima serie si intascano un totale di 2 miliardi e 419 milioni di sterline. Una cifra simile a quella dell'anno precedente, ma comunque da far girare la testa un po' a tutti: anche ai club meno nobili, anche a chi ha trascorso l'intero campionato nelle zone calde della classifica. Club per i quali l'approdo e la permanenza in Premier possono rappresentare un Paradiso economico.

La differenza tra il Manchester City campione e il West Bromwich Albion fanalino di coda, per dire, è di appena 50 milioni di sterline: poco più di 149 spettano ai Citizens e addirittura quasi 95 al WBA, che nella prossima stagione potrà dunque programmare serenamente l'assalto alla promozione. Tutto un altro mondo rispetto alla Serie A.

Il primato stagionale, però, non spetta al City ma al Manchester United: 149 milioni e 767 mila sterline, contro i 149 milioni e 438 mila dei concittadini. Un'inezia, in fondo. A seguire Liverpool (145 milioni), Tottenham (144), Arsenal (142) e Chelsea (141).

La distribuzione dei diritti tv alle 20 società di Premier League avviene sia su base fissa che variabile: la prima è di 35 milioni di sterline, a cui vanno aggiunti più di 900 milioni relativi alla cessione dei diritti all'estero e ai ricavi commerciali, mentre la seconda riguarda i vari ricavi nazionali. La cifra totale, come si è visto, è altissima.