Higuain vive sereno alla Juventus: "Zero minacce e nessuna scorta"

Commenti()
Getty Images
E' lo stesso Higuain a smentire la notizia: "Dire una cosa del genere è una mancanza di rispetto". Poi parla del suo stato di forma: "Mi hanno massacrato, ma poi... "

Non segna da un mese, ma Gonzalo Higuain è sereno e aspetta solo il momento giusto per zittire le critiche sul suo ruolo non centrale alla Juventus. Come del resto ha già fatto ad inizio stagione quando, a detta sua, è stato "massacrato".

"A volte è difficile accettare le critiche - dichiara il Pipita a un'intervista al 'Corriere della Sera - è stata un'estate dura. Mi hanno massacrato. Hanno detto che stavo male e tante altre cose. Poi sono entrato, ho segnato e per tutti ero in grande forma, questo a volte non lo capisco proprio".

Juventus, idea Caldara per il mercato estivo

Quando è arrivato alla Juventus ha subito percepito la mentalità vincente: "Da fuori dici sono forti, hanno fatto 25 vittorie di fila, eccetera. Poi arrivi qui e dici: cazzo. Ci sono giocatori che hanno vinto tanto eppure ancora hanno questa fame di vincere ancora. È una cosa che ti contagia e ti dà la voglia di migliorare ancora".

Che è quello che serve per arrivare in fondo in Champions: "Dobbiamo migliorare tanto nel modo di giocare, perché abbiamo calciatori fortissimi per poterlo fare. E dobbiamo scendere in campo sempre con l’atteggiamento giusto. Al contrario di quello che abbiamo fatto col Genoa. Una squadra come la Juve non può prendere 3 gol in mezz’ora".

La mancata esultanza contro il Napoli è stata quasi un dovere: "Sono stato educato in un certo modo e avevo già deciso prima della partita di reagire così. Non vuol dire che non volevo vincere. Però sono un uomo che non dimentica quello che ha fatto e quello che ha ricevuto.

E a Napoli mi hanno dato tantissimo e mi hanno fatto crescere. È stato un segno di ringraziamento alla squadra, all’allenatore, ai tifosi".

Infine Higuain smentisce una volta per tutte le voci che lo vorrebbero sotto scorta: "Zero. Dirlo è una cosa che non ha fondamento, una mancanza di rispetto totale. Mai avuta una scorta nella mia vita. E mai ce l’avrò. Ma le bugie hanno le gambe corte. Come non è vero delle minacce: mai ricevute". 

 

Chiudi