Son a Goal: "Scusa Tottenham, ma per ora penso ai Giochi asiatici"

Commenti()
Getty Images
Heung-Min Son a Goal: "I Giochi asiatici sono nella mia mente più di ogni altra cosa in questo momento, dobbiamo rendere felici i coreani".

Dopo aver deluso le aspettative del popolo coreano a Russia 2018, con l'eliminazione nella fase a gironi nonostante la vittoria sulla Germania, il talento del Tottenham Heung-Min Son, per evitare il servizio militare, che nel suo paese dura 21 mesi ed è obbligatorio (può essere effettuato fino ai 27 anni) dovrà probabilmente conquistare l'oro con la sua squadra in occasione dei giochi asiatici.

Ai microfoni di Goal, subito dopo uno degli allenamenti che gli Spurs stanno disputando negli USA dove sono in tourneè per disputare la ICC Cup, il diretto interessato si è soffermato su diversi argomenti.

Soddisfazione per aver prolungato il proprio contratto con il Tottenham fino al giugno del 2023. "Sono molto grato al club perchè mi ha dato la possibilità di muovere i miei primi passi in Premier League ed adesso mi ha dato fiducia facendomi una buona offerta e permettendomi così di firmare il rinnovo di contratto. Anche i tifosi si sono congratulati con me, ma nella realtà dovrei essere io a dire grazie a tutto l'ambiente del Tottenham".

L'articolo prosegue qui sotto

Dovendo disputare i giochi asiatici con la maglia della sua nazionale salterà l'inizio della Premier League: "E' un qualcosa per la quale mi sento di dover dire scusa a tutto l'ambiente, ma sono sicuro che saranno sopperire al meglio alla mia assenza. Ripeto, mi dispiace dover lasciare la squadra così nel momento iniziale della stagione, ma sarò pronto al sacrificio non appena farò ritorno".

Il Mondiale di Russia 2018 è oramai alle spalle: "Mi sono abbastanza riposato dopo le partite che abbiamo disputato in Russia e così sono arrivato qui in USA per la preseason. Adesso mi sto concentrando perchè voglio recuperare al meglio. I calciatori devono essere abituati a viaggiare molto. La gente pensa che sia una cosa difficile da fare, ma per me che faccio questo lavoro sono sempre delle scuse. Come calciatore devo prendermi cura di me stesso, i tifosi non devono preoccuparsi di queste cose".

L'obiettivo, dopo il Mondiale deludente, è quello di vincere questa competizione con la maglia della sua nazionale. "E' qualcosa che è nella mia mente più di ogni altra cosa in questo momento. Se riusciremo ad ottenere un buon risultato ai giochi asiatici renderemo felice tutto il popolo coreano, ho la responsabilità di farlo accadere alla mia squadra. Sicuramente sarà un maggiore peso per noi dover giocare una partita in più, ma se vogliamo vincere dovremo battere tutti".

Chiudi