Hamsik ci riprova: "Il Napoli crede allo Scudetto, siamo belli"

Commenti()
Getty Images
Il Napoli riparte da Dimaro, obiettivo Scudetto dopo il terzo posto del 2016/2017: "Sarri è il primo a crederci, possiamo farcela".

Tra poche settimane il Napoli conoscerà l'avversaria dei preliminari di Champions, l'avversaria della prima di campionato e delle successive gare. Il countdown per la nuova stagione di Serie A, di Coppa Italia e di Europa (qualunque essa sia) è già iniziato: Marek Hamsik, ancora una volta capitano degli azzurri suona già la carica.

Da Dimaro, storica sede del ritiro del Napoli, Hamsik si dice fiducioso riguardo alla possibilità Scudetto, dopo ben sei titoli consecutivi vinti dalla Juventus: la nuova stagione vedrà quattro squadre in Champions League, ma dopo il terzo piazzamento della scorsa annata non si può non puntare alla prima piazza, quella che manca da un trentennio.

"Vedendo la seconda parte di campionato crediamo allo Scudetto" ha evidenziato Hamsik gonfiando il petto in conferenza stampa. "Sappiamo di essere forti e se ripetiamo quelle partite ce la possiamo fare. Certo non sarà facile visto il ritorno delle milanesi. Il Napoli è bello al 97% delle volte, è quello il nostro dna, la Juventus è diversa".

Mister Sarri si è sempre nascosto riguardo le possibiità Scudetto del Napoli, ma Hamsik parla di una verità diversa: "E' il primo a crederci. Abbiamo dimostrato di potercela fare, non accade spesso di fare 86 punti e arrivare terzi. La differenza sarà solo una, servirà sbagliare pochissimo senza perdere punti per strada".

Mertens, Callejon, Hamsik, Milik e compagnia, tutti hanno confermato la permanenza al Napoli: "E' la squadra più forte con cui ho giocato, è quello che mi diverte di più e fa vedere un gran calcio. Ci sentiamo ancora più uniti, per adesso non è andato via nessuno ed è la conferma che questa squadra vuole arrivare al vertice". 

La pressione non è ancora alle stelle, Hamsik può scherzare senza problemi. Sopratutto su una dichiarazione di qualche giorno fa, in cui lo slovacco ha evidenziato di voler tenere sulla schiena uno spazio adibito al tatuaggio dello Scudetto: "Se è già prenotato? No, lo farò il giorno dopo...". Appuntamento con la storia.

 

Prossimo articolo:
Bundesliga, risultati e classifica 18ª giornata - Goretzka fa volare il Bayern, Dortmund ok
Prossimo articolo:
Ligue 1, risultati e classifica 18ª giornata - PSG scatenato, Monaco travolto
Prossimo articolo:
Calendario Serie C Girone C 2018/2019
Prossimo articolo:
Coppa d'Asia 2019: calendario, risultati e dove vedere le gare in tv e streaming
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Cagliari, si spinge per Nandez
Chiudi