Gravina sul caso Lazio-Torino: "Oggi c'è l'impossibilità di giocare"

Gabriele Gravina FIGC president
Getty Images
Il presidente della FIGC sul caso della sfida dell'Olimpico: "Non c'entra con Juve-Napoli, sono situazioni differenti".

La questione Lazio-Torino tiene banco nel calcio italiano in questo momento. La partita, in progamma stasera alle 18.30, non si dovrebbe giocare a causa dell'impossibilità del Torino di presentarsi.

A margine di un evento all'Ospedale Spallanzani ha parlato della situazione anche Gabriele Gravina, presidente della FIGC.

"Bisogna rispettare i principi sanciti nel protocollo, che è un gentlemen agreement fissato e molto chiaro che regolamenta il rapporto legato alla competizione sportiva, poi c’è il principio della tutela della salute che è chiaramente sovraordinato ed è nelle competenze specifiche delle singole Asl".

Il numero uno del calcio italiano si è poi espresso sulla decisione della Lega di non sospendere la partita.

"La Lega ha la capacità e la delega per gestire la competizione. Hanno tutti gli elementi per adottare la decisione più giusta. C’è un’oggettiva impossibilità di poter ipotizzare la gara oggi, secondo quanto detto dall’Asl di Torino".

Battuta anche sul precedente di Juventus-Napoli, una situazione che Gravina definisce diversa.

"Non c’entra la sentenza del Collegio di garanzia su Juve-Napoli. Sono situazioni differenti, questa della Asl non è una decisione dell’ultim’ora, è ormai di qualche giorno e anzi se non fosse rispettata, si rischierebbero anche delle sanzioni penali”.

Chiudi