Giovinco a Goal: "Juventus, nessun rimpianto. Ho vinto e sono contento"

Commenti()
Brad Penner
Sebastian Giovinco in esclusiva a Goal: "Con la Juventus ho vinto e non ho nessun rimpianto. Ronaldo può riportare i bianconeri sul tetto d'Europa".

Jeans, camicia blu e giubbotto di pelle. Elegante in campo, casual fuori. Questa volta, però, nessun dribbling. Nemmeno ai taccuini, a cui parla in modo schietto e sincero. Perché Sebastian Giovinco è fatto così: spontaneo nelle parole con il pallone tra i piedi. Dai suoi primi calci in maglia bianconera alla sua seconda vita da superstar a Toronto, dove vive senza rimpianti da quando nel 2015 ha lasciato la Juventus.

Guarda Torino-Juventus in esclusiva su DAZN: attiva ora il tuo mese gratuito

Ha salutato una squadra che ha saputo costruire un'egemonia nostrana. E la musica non è cambiata. Anzi, il divario con le altre sembra essere persino aumentato... “I bianconeri sono nettamente i più forti. In estate, inoltre, hanno rinforzato una squadra già molto competitiva”.

Lotta scudetto, dunque, da considerare chiusa?La Juventus è chiaramente la favorita”.

Da quelle parti, però, l'obiettivo degli obiettivi si chiama Champions League.Penso possa essere la stagione giusta. La Juventus ha acquisito maggiore consapevolezza nei propri mezzi. E l'arrivo di Cristiano Ronaldo, che in Europa sa come si vince, rappresenta indubbiamente un grosso aiuto”.

Non nutre del rammarico per come sia finita la sua avventura a Torino? Magari le sarebbe piaciuto giocare con CR7... “No, nessun rimpianto. Evidentemente questo era il mio percorso. Evidentemente questa era la mia storia. In bianconero, comunque, ho vinto. E di questo sono molto contento”.

Giovinco GFX

Intanto continua a godersi l'avventura nella Major League Soccer.Sì, è un campionato in forte crescita. Anche se bisogna capire quanto voglia continuare a migliorare”.

Ha mai maturato il desiderio di rientrare nel Belpaese?Ci ho pensato, e credo sia una cosa normale: l'Italia, quando sei lontano, ti manca in generale. Ma ho ancora un anno di contratto a Toronto e sono molto felice dell'esperienza che sto facendo”.

Sembra che il Milan abbia frenato su Ibra. Sarebbe ancora un innesto importante per la Serie A?Sì, assolutamente. Un giocatore come lui farebbe comodo a chiunque”.

Come descriverebbe il suo rapporto con la Nazionale?Buono. Sono arrivato secondo nell'Europeo del 2012, terzo nella Confederations Cup 2013. Quando sono stato chiamato in causa, credo di aver sempre proposto il mio contributo”.

Ha fatto tutta la trafila con la Juventus: cosa rappresenta per lei, da torinese, il derby della Mole?E' una gara sicuramente speciale, nonché molto sentita da entrambe le tifoserie. E' una partita diversa dalle altre. Può sempre accadere di tutto”.

Prossimo articolo:
FIFA 19 TOTW 19: Duvan Zapata in attacco con Cavani e Mbappé
Prossimo articolo:
Sampdoria, infortunio per Caprari: frattura del perone in allenamento
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Calciomercato Sampdoria, ufficializzata la cessione di Dodò al Cruzeiro
Prossimo articolo:
Probabili Formazioni Serie A
Chiudi