Giocava con il Manchester United: ora Lee Roche è un idraulico

Lee Roche
Getty
Nei Red Devils di Ferguson non è riuscito a mettersi in mostra, nonostante una gara in Champions: "Mi dà noia parlarne".

Considerando le centinaia di giocatori professionistici in giro per l'Europa, è ovvio che non tutti i giocatori passati per i grandi campionati interni e continentali possano continuare a vivere di calcio anche una volta appes gli scarpini al chiodo. Per molti di loro serve un piano B: chiedere a Lee Roche.

Oggi 40enne, è divenuto idraulico. L'ex difensore britannico aveva fatto il debutto con la maglia del Manchester United in Champions il 18 marzo 2003, contro il Deportivo la Coruna: in rosa, con Ferguson allenatore, c'erano Scholes, Giggs, Neville, Beckham, la vecchia guardia dei campioni.

Lee Roche giocò cinque presenze con il Manchester United durante il suo contratto con i Red Devils, con il prestito al Wexham in mezzo, squadra con cui ha militato anche in futuro, insieme al Bunrley e agli irlandesi del Droylsden, con cui ha chiuso la carriera.

Schivo, riservato, sembra quasi che Lee Roche non abbia mai giocato nel Manchester United:

"Mi dà noia, non mi piace urlare e dire di aver giocato in quella squadra. I giovani Devono conoscere il mondo reale, perché la maggior parte dei calciatori non ha un piano B nel caso in cui le cose nel mondo professionistico vadano male".

Lee Roche era annoiato dal calcio, tanto da non voler vedere le partite in tv: ha deciso di ritirarsi nel 2011, per diventare idraulico. Nella sua rivoluzione lavorativa è intervenuta anche la Football Association inglese, essenziale per aiutarlo ad integrarsi nel mondo operaio.

Ha dei rimpianti? In parte, come evidenziato a Planet Football:

"Forse avrei dovuto socializzare di più, come fecero O'Shea e Fletcher. Ero un ragazzo molto tranquillo e non mi sono integrato molto con i compagni. Penso che sarebbe stato meglio".

Chiudi