Ghedin dice addio a Malta: contro la Slovacchia l'ultima partita

Commenti()
AFP
Dopo 5 anni, Pietro Ghedin lascia la nazionale maltese: dal 2012 a oggi ha collezionato 7 vittorie in 47 partite, sfidando in 4 occasioni l'Italia.

Gianni De Biasi ha già lasciato l'Albania, ripartendo dalla Liga e dall'Alaves. E ora tocca a un altro commissario tecnico italiano dire addio: Pietro Ghedin, al passo d'addio con Malta dopo 5 anni.

Quella in casa della Slovacchia, infatti, è per il sessantunenne ex vice di Maldini, Zoff e Trapattoni nell'Italia l'ultima partita con la nazionale maltese. Arriva dopo una soddisfazione, seppur parziale: il primo punto nel girone conquistato giovedì contro la Lituania dopo 8 sconfitte di fila nel girone.

Ghedin, come detto, lavora a Malta dal 2012: ha diretto la selezione locale in 47 partite tra amichevoli e gare di qualificazione mondiale, conquistando il successo per 7 volte. Le prime due, peraltro, nelle prime due partite.

Sono invece ben 34 le sconfitte rimediate in questi 5 anni. La normalità, evidentemente, per una nazionale materasso che mai è riuscita a impensierire avversari più quotati né a lottare per l'approdo in una grande competizione.

Per Ghedin, anche 4 sfide alla 'sua' Italia: due nel 2012 contro Cesare Prandelli (entrambe perse per 2-0), le altre due nel 2014 e 2015 contro Antonio Conte (1-0 e 1-0 firmati Pellè). Senza mai nascondere un pizzico d'emozione alla prospettiva di ritrovarsi contro la maglia azzurra.

Chiudi