Gattuso difende Donnarumma: "Lo proteggerò, è il più forte al mondo"

Commenti
Gattuso: "Donnarumma non mi ha mai detto di voler andare via, ma chiaro che non sia sereno. Lo proteggerò, è il più forte al mondo".

Battendo per 3-0 il Verona il Milan si è qualificato ai quarti di finale di Coppa Italia , dove l'avversario il prossimo 27 dicembre sarà l' Inter di Spalletti .

Al termine del match ai microfoni di Rai Sport è intervenuto il tecnico rossonero Gennaro Gattuso : " Quando arriverà il derby lo prepareremo. Per adesso dobbiamo solo lavorare e continuare su questa strada . L'Inter sta lottando per lo Scudetto, ci vorrà una partita perfetta per passare il turno. Ripeto, prima però ci sono da affrontare altre partite in campionato ".

Impossibile non parlare di Donnarumma e della sua situazione contrattuale. " E' un ragazzo di 19 anni. Posso solo dire che è un campione, secondo me per l'età che ha è il portiere più forte al mondo . Non è bello essere contestati dai propri tifosi, chiaro che non sia sereno. D a parte mia dico che lo proteggerò per quello che potrà valere ".

Rino conferma come il ragazzo non sia affatto sereno. " La società ha detto che non ha bisogno di soldi e che non vuole vendere il calciatore. Il problema è tutelare il ragazzo che è in difficoltà. Rispetto i tifosi, ma per attaccamento Gigio non si discute, mi ha tenuto il muso per 4 giorni perchè voleva venire pure a Rijeka. Non ha saltato mai un allenamento, mai una partita. Bisogna capire se Gigio veramente vuole andare via o meno, a me personalmente non ha mai detto di voler andare via.

Tocco con mano un ragazzo che si allena con grande professionalità e grande voglia. Ripeto, io non parlo di altro ma solo di Gigio . Si sta facendo passare un bravo ragazzo come un mostro, non è giusto. Parliamo di un ragazzo che ha dei valori incredibili ".

PS Gattuso su Donnarumma

Ma come sia sua intenzione difenderlo a spada tratta perchè si sta comportando da professionista sia in campo che fuori dal campo. " Ripeto, per adesso io spenderò le mie energie per proteggerlo e farlo scendere in campo, poi chi di dovere si occuperà del resto. Per quanto mi riguarda devo fare risultati altrimenti mi cacciano, non mi possono interessare le dinamiche contrattuali. Alla fine vedremo verso che direzione andrà questa situazione ".

Lo stesso Gattuso racconta come da calciatore abbia vissuto una situazione del genere. " Nel 2008 sono stato 8 ore chiuso nella sala dei trofei perchè volevo andare via perchè non riuscivo a dimenticare la sconfitta di Istanbul, poi il mal di pancia mi è passato. Quando avevo mal di pancia facevo pure io finta di stare male, ma Donnarumma non lo ha mai fatto.

Non è un caso che lo vogliono bene tutti all'interno dello spogliatoio. Non mi ha mai detto di voler andare via, l'ho visto sempre disponibile e piangere anche a Benevento quando abbiamo preso goal al 94 ' ".

Infine un commento sulla possibilità, al momento remota, di raggiungere la zona Champions. " Champions? Ad oggi è un miraggio, ma pensiamo partita dopo partita. Le vittorie fanno lavorare bene durante la settimana, ma i punti sono tanti. Sarei ipocrita nel dire che non sono rimaste tante cose del lavoro di Montella, ma c'è maggiore responsabilità dei ragazzi che ho visto correre fino al fischio finale ".

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Serie A 2018/19: le partite trasmesse da DAZN, palinsesto, date e orari
Prossimo articolo:
Buffon su Mbappé: “È un fenomeno, può diventare il migliore”
Prossimo articolo:
Aereo non di lusso: Aubameyang lascia il ritiro del Gabon
Prossimo articolo:
Serie C: risultati e classifiche dei tre gironi
Chiudi