Gasperini esalta l'Atalanta: "Champions? Siamo in corsa, per noi vale un palmares"

Commenti()
Entusiasta per la vittoria dell'Atalanta contro il Napoli, Gian Piero Gasperini esalta il proprio lavoro: "Non contano solo Scudetti e coppe... ".

Battuto il Napoli al San Paolo grazie a una grande rimonta nel secondo tempo, l'Atalanta è riuscita a raggiungere il Milan a 56 punti in classifica. Un successo importantissimo che permette così ai bergamaschi di continuare a sognare quel quarto posto che significherebbe Champions League.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Presentatosi ai microfoni di 'Sky Sport' nel post-partita, ad analizzare la gara del San Paolo è stato Gian Piero Gasperini, visibilmente entusiasta per la vittoria dei suoi ragazzi.

“Sono molto soddisfatto. Abbiamo giocato contro un ottimo Napoli. Fosse entrato il 2-0 (riferendosi all’occasione di Milik, ndr), difficilmente avremmo ribaltato la partita".

Il tecnico atalantino ha poi parlato anche della sua espulsione, arrivata nel secondo tempo dopo alcune proteste.

"Io sono destinato ad andare fuori. Per noi (allenatori, ndr) è difficile stare fermi con le mani. Ho protestato per la punizione sul Papu ma non sono uscito dall’area tecnica. Ho chiesto una punizione, forse in maniera esagerata ma non ho mancato di rispetto".

Tornando sull'esito della partita di questa sera, Gasperini ha poi voluto sottolineare come l'Atalanta sia in corsa ancora per diversi obiettivi. Giovedì prossimo andrà infatti in scena il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Fiorentina (si parte dal 3-3 di Firenze, ndr).

"Tutta la squadra è stata straordinaria. Noi giovedì prossimo abbiamo una partita che conta tantissimo ma sapevamo che una vittoria su un campo così importante ci può dare il diploma, non dico ancora la laurea. Sono tre punti importanti per l’Europa. Poi siamo anche in corsa per la Champions. Siamo a pari col Milan, tutte lì vicino. Sull’Europa abbiamo messo un bel vantaggio, per la Champions ce la possiamo giocare. Senza pensare poi alla Coppa Italia. Giocare una finale a Roma sarebbe un traguardo fantastico per tutta Bergamo".

Oltre alla finale di Coppa Italia, l'altro grande obiettivo per l'Atalanta in questo finale di stagione resta la qualificazione a una coppa europea. Con il grande sogno di arrivare in Champions League, un risultato che varrebbe come un trofeo per Gasperini.

"Andare in Champions non alzi la coppa ma è un bel titolo. Per me sarebbe il quarto anno su cinque di arrivare in Europa con squadre come Genoa e Atalanta. Per noi vale un palmares. Poi è vero che nel pensare comune contano solamente gli Scudetti e le coppe ma se fosse così… vorrebbe dire che gli altri non fanno niente. Noi in Coppa Italia ci siamo guadagnati la semifinale battendo la Juventus. Oggi abbiamo battuto il Napoli e ci siamo guadagnati quanto meno il diritto di giocarci fino alla fine anche la Champions. Siamo tutti molto carichi".

Chiudi