Galliani in difesa di Wanda Nara: "Ogni volta che parla si scatena un uragano"

Commenti()
Getty Images
Adriano Galliani prende le difese di Wanda Nara: "Nel calcio c'è molto maschilismo: se Raiola e Mendes si comportassero così nessuno direbbe nulla".

Ad oggi 18 agosto il caso Icardi non ha ancora una risoluzione: finora l'Inter non è riuscita a cederlo, seppur Marotta e Conte abbiano più volte fatto presente come non rientri più nel progetto tecnico.

Segui la Serie A in diretta streaming su DAZN

L'articolo prosegue qui sotto

L'ex capitano nerazzurro e la moglie e agente Wanda Nara attendono nuovi sviluppi che potrebbero portare l'argentino alla Juventus o al Napoli (con il rinnovo di Dzeko, la Roma si è ufficialmente tirata fuori dalla corsa).

La showgirl sudamericana è stata spesso oggetto di critiche per il suo comportamento, giudicato oltre le righe dagli addetti ai lavori: in sua difesa si è schierato Adriano Galliani, intervenuto ai microfoni de 'Il Corriere della Sera'.

"Caso Icardi? E' amplificato dal maschilismo che governa il mondo del calcio. Se parla Wanda si scatena un uragano ma se grandi agenti come Mino Raiola o Jorge Mendes avessero gli stessi comportamenti nessuno avrebbe nulla da eccepire. Icardi peraltro è fortissimo, se potessi lo prenderei subito".

Con il Monza, Galliani affronterà la Fiorentina al terzo turno di Coppa Italia ritrovando Vincenzo Montella, allenatore del Milan in occasione dell'ultimo trofeo conquistato dai rossoneri (la Supercoppa Italiana del 2016).

"Sono affettivamente legato a Vincenzo, l’allenatore dell’ultimo trofeo sollevato dal Milan. Ho ancora sul telefonino la foto quando alziamo a Doha la Supercoppa nel 2016. Al Franchi andremo in campo leggerissimi, tutto ciò che arriva in più sarà il benvenuto".

Chiudi