Furia Pozzo su Lazio-Udinese: "Pairetto non deve più arbitrare"

Commenti()
Getty Images
Gianpaolo Pozzo duro contro l'arbitro Luca Pairetto e l'addizionale Saia sul rigore concesso alla Lazio: "Se la passano liscia, non so cosa dire...".

Minuto 71 di Lazio-Udinese, Luca Pairetto assegna un rigore ai biancocelesti per un presunto mani di Ali Adnan in area e Immobile regala tre punti ai capitolini: Gianpaolo Pozzo è una furia.

Extra Time - Kristyna, una sorella... Schick

Al canale tematico del club, il patron friulano si scaglia contro il fischietto piemontese e l'addizionale Saia: "La peggior direzione che mi sia capitata in trent’anni di calcio. L’arbitro è a due passi e l’addizionale di fronte: non trovo giustificazione. O dobbiamo dire che è incapace o ancora peggio disonesto".

L'affondo di Pozzo nei confronti di Pairetto è durissimo: "Per me non dovrebbe arbitrare più. Mi assumo le responsabilità di quello che dico e se non sono soddisfatti delle mie parole, ben venga una querela, sono disposto ad andare fino in fondo".

Il proprietario dell'Udinese invoca provvedimenti da parte dell'AIA: "Se la passano liscia non so cosa dire. Peccato, perché, a parte questo campionato, la gestione degli arbitri nelle precedenti stagioni era stata soddisfacente".

La moviola in campo, secondo Pozzo, può rappresentare la soluzione a situazioni come quelle dell'Olimpico: "Aspettiamo l’avvento della Var. Mi auguro che sia messa in funzione dal prossimo anno, sarebbe più economica della gestione di questi arbitri addizionali che mi sembra abbiano creato più confusione che altro".

"Credo che gli stessi fischietti vogliano togliersi di dosso certe responsabilità. Mettiamo fine a questa tortura - conclude il numero uno bianconero - Il calcio ha una storia ultracentenaria, ma non ha mai cambiato le sue regole. La tecnologia è un mezzo semplice che può aiutare l’arbitro anche sui calci di rigore".

 

Chiudi