Frode al fisco spagnolo, Alexis Sanchez patteggia 16 mesi

Commenti()
Getty Images
Sanchez ha patteggiato 16 mesi di carcere per un'evasione fiscale dei tempi di Barcellona, avrebbe nascosto gli introiti dei diritti d'immagine.

Ancora una condanna per frode fiscale in Spagna, ancora ai danni di un calciatore. Stavolta è il turno di Alexis Sanchez, fresco di trasferimento dall'Arsenal al Manchester United.

L'attaccante cileno, infatti, secondo quanto riporta 'Sport' ha patteggiato una pena di16 mesi di reclusione con il Tesoro spagnolo.

La frode di Sanchez risale agli anni 2012 e 2013 quando l'attaccante giocava nel Barcellona e avrebbe nascosto al fisco tramite due società estere gli introiti relativi ai diritti d'immagine.

Sanchez ovviamente non rischia di finire in carcere dato che la sua pena, come sempre avviene in questi casi, è stato sospesa a meno che il cileno non compia altri reati nei prossimi due anni.

Quello di Sanchez, come detto, non è il primo caso di evasione fiscale da parte di un calciatore in Spagna dato che negli scorsi mesi erano finiti nei guai tra gli altri anche Lionel Messi, Cristiano Ronaldo e lo stesso Josè Mourinho, oggi allenatore proprio di Sanchez allo United.

Chiudi