French Connection: Maja punta la Champions League con il Bordeaux

Getty Images
L’attaccante inglese si è appena trasferito in Ligue 1, la sua speranza è quella di seguire le orme di Malcom e di Fraçois Kamano.

Perchè Josh Maja dovrebbe firmare per il Bordeaux?”, è questa la domanda che si è posto l’ex attaccante del Sunderland, Kevin Phillips, nel corso del programma ‘The Debate’ di Sky Sports andato in onda venerdì.

Con DAZN segui la Ligue 1 IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Tre giorni dopo, mentre stava per essere annunciato il suo trasferimento al club di Ligue 1, il ventenne londinese, che ha realizzato 15 goal in 24 partite di League One per la squadra di Jack Ross, ha dato la sua risposta.

Non credo che andare in Premier League ora sia la scelta migliore in questo momento della mia carriera”, ha spiegato, consapevole del fatto che molti talenti inglesi possano facilmente perdersi in Premier, cosa già successa a ragazzi come Reiss Nelson e Jadon Sancho, che dopo il loro approdo in Bundesliga sono riusciti ad esplodere e a sorprendere.

Celtic, West Ham e Tottenham erano tutti club sulle tracce di Maja, che ha però deciso di cogliere l’opportunità estera, firmando per il Bordeaux a fronte di un esborso da circa 4 milioni più bonus.

Qui mi verrà offerta l’opportunità di giocare, in Premier League questa garanzia non l’avrei”, ha detto. “Forse mi avrebbero mandato in prestito da qualche parte, o mi avrebbero aggregato alle riserve, questa quindi era la cosa giusta da fare”.

Josh Maja 2018-19

Maja non ha ancora giocato una sola partita con la sua nuova maglia, ma ha già impressionato tutti in squadra per la sua maturità.

Senza dubbio, gli avranno raccontato della crescita a Bordeaux di giocatori come Malcom, che adesso è al Barcellona, o di François Kamano, il cui nome è stato collegato a quello di squadre come Monaco, Atletico Madrid e Milan, dopo tre anni di progressi costanti con la sua squadra.

A Maja sarà stato anche detto della pazienza che il club ha avuto con entrambi questi giocatori. Non sono esplosi subito, ma hanno avuto il tempo adattarsi prima, poi di migliorare ed infine di esplodere. Al momento, in squadra c’è anche il nigeriano Samuel Kalu che sta facendo lo stesso percorso.

Anche Maja ha origini nigeriane, ma è un giocatore leggermente diverso da quelli che l’hanno preceduto. E’ un centravanti vero e si troverà a contendere una maglia in attacco al veterano Jimmy Briand o al roccioso Dane Andreas Cornelius, giocatore arrivato in prestito dall’Atalanta.

Con una concorrenza tale, sarà complicato per lui trovare fin da subito spazio, il Bordeaux però è pronto a sostenerlo e a farlo crescere nel medio-lungo periodo ed è nell’interesse del club che i suoi miglioramenti possano gradualmente arrivare nella seconda metà della stagione.

E’ questo il processo adottato per tirare fuori il massimo da Malcom, prima che questi andasse al Barcellona, ed è questa la squadra che intendono seguire ancora. Si tratta di una scommessa calcolata da entrambe le parti.

So che la Ligue 1 è un campionato difficile, ma se sei un attaccante devi correre dei rischi”, ha detto Maja. “Parte del mio gioco sta nel prendersi dei rischi e, quando le cose andranno bene, la gente si accorgerà che per me venire a Bordeaux è stata la cosa migliore”.

Josh Maja of Sunderland is challenged by Sido Jombati of Wycombe Wanderers

Le sue caratteristiche tecniche sembrano perfette per il Bordeaux, e sembra avere tutto per diventare un attaccante di successo nella massima serie francese.

“Adoro segnare e, quando ho la possibilità giusta, la maggior parte delle volte riesco a trovare la rete”, ha aggiunto. “Penso che sia la mia principale dote. Sono potente, penso di avere un buon controllo, so prendere palla e posso dribblare”.

Maja ha anche delle certezze legate ai suoi obiettivi a lungo termine.

“Il mio sogno è quello di giocare in Champions League e so che posso realizzarlo qui. Speriamo che accada”.

Sono passati quasi dieci anni da quando il Bordeaux ha raggiunto i quarti di finale della massima competizione europea, eliminando tra l’altro il Bayern nel corso del suo cammino, e Maja spera che il suo nuovo club possa presto tornare a quei fasti.

Attualmente la squadra è dodicesima cin classifica e certi cambiamenti non avvengono da un giorno all’altro. Fortunato sia lui sia i suoi datori di lavoro che possono intraprendere questo lungo viaggio.

Chiudi