Notizie Livescore
Europa League

La Fiorentina sprofonda, Della Valle a testa bassa: "Chiedo scusa a nome della squadra"

09:18 CET 24/02/17
Andrea Della Valle Fiorentina chairman
Momento difficile per la Fiorentina dopo l'eliminazione shock dall'Europa League, il presidente Andrea Della Valle: "Mi scuso a nome della squadra".

Dramma sportivo al Franchi, la Fiorentina butta letteralmente alle ortiche la qualificazione agli ottavi di Europa League facendosi rimontare due reti (più quella dell'andata) dal Borussia Moenchengladbach ed esplode la contestazione dei tifosi, che chiedono la testa del tecnico Sousa ed attaccano a testa bassa la famiglia Della Valle.

Extra Time - Veronica Ciardi, la musa di Bernardeschi

Nel dopo partita il presidente Andrea Della Valle appare molto provato: "Per me è uno shock. La partita era praticamente chiusa e un rigore inventato l'ha riaperta. C'è tanta rabbia e delusione. Sousa? Avete sentito cosa ha detto Corvino. Non voglio parlarne a caldo. Mi dispiace per i tifosi. Non ricordo una partita così da quando sono qua. Dobbiamo provare ad arrivare al sesto posto, non possiamo mollare proprio adesso".

Il numero uno viola commenta poi la contestazione che infuria all'esterno del Franchi: "I tifosi sono delusi come noi, come lo sono io e mi scuso a nome della squadra, non mi capacito di questo epilogo, è stata una partita incredibile. Il nostro obiettivo era andare avanti, potevamo giocarcela su tutto. Avevamo anche vinto in Germania. A mente fredda analizzeremo tutto, sul futuro faremo più avanti altre valutazioni.

Personalmente non mi devo scusare di nulla mentre da domani i giocatori si confronteranno con l'allenatore, sono stati già stasera chiusi un'ora nello spogliatoio. Sono ragazzi giovani, devo capire come tirare fuori qualcosa di positivo da una serata così. Kalinic? Non credo che arriveranno offerte e poi il ragazzo ha detto che vuole restare con noi".