Fiorentina, Salica: "Il rigore? Proteste Juve inaccettabili"

Commenti()
Il dirigente della Fiorentina Salica è tornato sul rigore non concesso ai viola contro la Juve, riaccendendo le polemiche per le proteste bianconere.

Si avvicina il match con l'Atalanta, ma in casa Fiorentina tiene ancora banco la sconfitta subita venerdì scorso contro la Juventus. Quella contro i bianconeri è sempre una sfida molto sentita per il club viola e le polemiche per la direzione di gara da parte dell'arbitro Guida non si sono ancora sopite. E' il vicepresidente Gino Salica ad alzare la voce per quanto avvenuto allo Stadio Franchi la scorsa settimana.

In particolare, è stato l'atteggiamento tenuto dai calciatori della Juve in occasione del calcio di rigore non concesso alla Fiorentina su intervento del VAR ad aver fatto esplodere le polemiche... "E' inaccettabile che soltanto ad alcune squadre sia consentito protestare in quel modo - ha affermato Salica ai microfoni di 'Salotto Viola', programma dell'emittente televisiva 'Italia 7' - Parliamo ogni giorno della mancanza di credibilità del calcio italiano, il fatto che non ci si sia qualificati ai Mondiali, che Lega e FIGC siano commissariate da tempo e, se ci mettiamo anche questi episodi, la vedo veramente dura".

Le animate proteste dei calciatori bianconeri nei confronti dell'arbitro, che inizialmente aveva concesso il penalty, secondo la Fiorentina è qualcosa che non a tutte le squadre viene permesso senza incorrere in sanzioni... "Tutta l'Italia ha visto quello che è successo - ha proseguito Salica - Noi della Fiorentina ci siamo chiesti: perché glielo permettono? Di questo abbiamo discusso a lungo tra di noi e probabilmente ci avrebbe fatto comodo fare la voce grossa e stigmatizzare l'episodio. Ci abbiamo riflettuto e abbiamo deciso di seguire un'altra linea. Forse i tifosi avranno di nuovo la percezione che siamo una società assente, che cura poco le cose. Invece abbiamo preferito intervenire in modo diverso".

La Fiorentina ha l'appoggio anche di tante altre società che la pensano allo stesso modo... "Con il presidente Cognigni stiamo studiando un'operazione per portare ai livelli giusti quello che è un disagio profondo - ha spiegato ancora Salica - Cercheremo di fare chiarezza anche con le altre società in merito e nel corso delle telefonate che abbiamo fatto in questi giorni devo dire che abbiamo trovato appoggio da parte di tutti".

Salica ha poi fatto il punto anche riguardo le voci sulla possibile cessione della società... "La visita della proprietà (prima del match con la Juventus, ndr) è stata un segnale molto forte che tutta la società ha apprezzato - ha spiegato il dirigente viola - Soltanto loro, in ogni caso, possono smentire quanto fu scritto sul comunicato. Per quanto mi risulta come manager posso solo dire che fino ad ora non si è fatto avanti nessuno e che anzi stanno venendo portati avanti due progetti molto importanti, che sono il centro sportivo per le giovanili e il progetto stadio".

Chiudi