Festa Atalanta, Gasperini è sicuro: "Cristante e Caldara importanti per l'Italia"

Commenti()
L'allenatore dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, esulta per il 5-1 della Dea in casa dell'Everton: "Risultato che va oltre ogni previsione".

Grande festa in casa Atalanta. Battendo con un rotondo 5-1 l'Everton gli orobici hanno raggiunto con un turno di anticipo i sedicesimi di finale di Europa League.

Al termine del match ai microfoni di Sky Sport è intervenuto il tecnico Gasperini. "Era difficile immaginare una partita così eclatante, è un risultato che va oltre ogni previsione. Sono contentissimo per la qualificazione, che era la cosa più importante. Non sono sicuro se sarà una cosa conveniente arrivare al 1° posto".

Il tecnico di Grugliasco ha quindi fatto la sua analisi della partita. "Non è stato così semplice in realtà vincere la partita. - ha sostenuto - È stata una gara combattuta, si è complicata quando abbiamo sbagliato il rigore, poi abbiamo dilagato nel finale anche grazie ad un ottimo secondo tempo".

Menzione speciale per Cristante. "Cristante è in evoluzione, è un giocatore straordinario. - ha ammesso Gasperini - Ogni tanto deve rifiatare, ma quando è in condizione ha un'evoluzione importante in zona goal. Deve ambire a raggiungere i più grandi del ruolo, quei giocatori che sono capaci di avere sia capacità di manovra che capacità di inserimento in zona d'attacco".

La qualificazione di tutte e 3 le squadre partecipanti ai sedicesimi di finale di Europa League rappresenta sicuramente un motivo di orgoglio per il calcio italiano: "È chiaro che non è questa partita a risolvere i problemi del nostro calcio, ma dimostra che siamo competitivi, qualificati... - ha sottolineato poi Gasperini in conferenza stampa - I nostri giovani, come Cristante o Caldara quando è entrato, possono diventare importanti per la Nazionale".

"Qualcuno diceva, a inizio girone, che squadre come noi vengono eliminate dopo il primo turno. - ha ricordato il tecnico atalantino - Abbiamo contribuito a migliorare il ranking, è un altro obiettivo raggiunto".

"Questa vittoria darà spinta al campionato, - ha concluso - altrimenti rimane fine a se stessa. Ma sono anche per altri calciatori, come Cornelius che ha fatto due goal giocando pochi minuti, in attacco dobbiamo crescere. Per me è un momento importante, però spero ce ne sia un altro ancora".

Prossimo articolo:
Milan, l'agente di Conti: “In campo con la Primavera, rientro vicino”
Prossimo articolo:
Ultime dai campi Serie A - Luca Pellegrini titolare
Prossimo articolo:
Roma-SPAL: dove vederla in Tv-streaming e probabili formazioni
Prossimo articolo:
Inter, Skriniar verso il derby: “Il Milan non è solo Higuain”
Prossimo articolo:
Juventus-Genoa, Allegri non cambia: Perin in panchina
Chiudi