Ferrero apripista in Italia: preso Guarracino, giocherà a FIFA per la Sampdoria

Commenti()
Getty
Sei volte campione italiano di FIFA, in maglia Sampdoria Guarracino sfiderà negli e-games gli altri giocatori professionisti: "Intuizione di Ferrero".

Non deve lottare per la salvezza, svegliarsi per andare al campo d'allenamento e ricevere complimenti o insulti da parte dei tifosi sugli spalti ogni weekend di campionato. Mattia Guarracino è però sotto contratto con la Sampdoria, acquistato dai blucerchiati per rappresentare la società genovese a FIFA 17.

Extra Time - Diletta Leotta incanta Sanremo

Dopo l'ipotesi di qualche mese fa, Guarracino è stato ufficialmente ingaggiato dalla Sampdoria: gareggerà negli E-Games, ovvero i tornei videoludici a livello mondiale, difendendo la bandiera blucerchiata contro gli altri giocatori di FIFA 17. E in futuro, of course, di FIFA 18.

Guarracino è il primo videogiocatore italiano ad essere messo sotto contratto da una squadra professionistica italiana. Nel Bel Paese è ancora considerata una perdita di tempo a grandi livelli, mentre all'estero PSG, Wolfsburg e compagnia puntano tantissimo su questa nuova modalità di marketing calcistico.

Basti pensare che il vincitore dei campionati mondiali di FIFA veniva invitato al galà del Pallone d'Oro e dal 2016 al nuovo The Best, il premio scaturito dalla scissione con France Football. Negli ultimi anni i campionati mondiali di e-games hanno subito un'impennata esagerata, superando per spettatori quelli presenti nelle arene dove si giocano sport senza l'ausilio di tecnologia.

L'articolo prosegue qui sotto

Lonewolf92, nickname di Guarracino, si è raccontato così ai microfoni di SampTV: "La collaborazione con la Sampdoria è nata da un’intuizione del presidente Ferrero, che ho incontrato ad un evento legato ai videogiochi: abbiamo parlato un po’ e ora siamo qui. In Italia l’e-sport non è molto conosciuto, mentre all’estero è già una realtà ben definita".

Il nuovo giocatore della Sampdoria, l'unico ufficiale videoludico, ha un palmares invidiabile: "Ho vinto sei volte i campionati italiani, ho partecipato alle Olimpiadi in Corea e agli Europei in Polonia, ma ho partecipato anche a vari tornei a Las Vegas o New York. Ho scelto FIFA perché dal 2008 è diventato un gioco più realistico rispetto a PES, titolo a cui comunque ho giocato fino al 2006".

Guarracino ha conosciuto diversi giocatori della Sampdoria, tra cui Bruno Fernandes e Muriel, con il quale ha anche fatto qualche partita nella sede blucerchiata: "Oltre a fare il videogiocatore per la società, stiamo lavorando a diversi progetti, tra cui i video tutorial, tornei competitivi, ma anche per chi vuole semplicemente avvicinarsi a questo mondo". In rapida, rapidissima, espansione.

Chiudi