Fabinho a Goal: "Bella esperienza a Madrid, interessavo allo United"

Commenti()
Fabinho
Getty
ESCLUSIVA - Fabinho, jolly brasiliano del Monaco, si racconta: "Lasciai il Castilla per il Monaco, con il Manchester United c'è stato qualcosa ma nulla di concreto".

La carriera della stellina del Monaco Fabinho avrebbe potuto prendere una direzione diversa rispetto a quella effettivamente imboccata, ma il brasiliano ha preferito respingere i lustrini del Real Madrid in giovane età, scegliendo di continuare il suo percorso di crescita nel Principato.

Nizza, Balotelli ko: fuori 10 giorni

Josè Mourinho fece debuttare in prima squadra l'allora 19enne brasiliano nel 2013, appena un mese dopo che Casemiro fu promosso dal Castilla.

Ma, a differenza del suo connazionale, l'uomo etichettato come erede naturale di Dani Alves nel Brasile decise a sorpresa di snobbare i Blancos e dirigersi verso la Ligue 1.

Ecco la Goal 50: i migliori 50 giocatori al mondo

"Era la mia prima stagione da professionista. All'inizio fu dura perchè era un campionato completamente diverso", ricorda il 23enne ai microfoni di Goal

"Quando imparai la lingua, tutto andò meglio. Fu una bella esperienza, avrei potuto rimanere al Castilla [la squadra B del Real Madrid]. Non sapevo se era troppo presto o meno, ma scelsi di partire per andare al Monaco".

Il nazionale brasiliano vanta ora quattro presenze con la Seleçao ed è salito alla ribalta come uno dei più promettenti esterni difensivi d'Europa, suscitando l'interesse del Manchester United, ma la sua concentrazione è rivolta esclusivamente alla corsa del Monaco per il titolo francese.

L'articolo prosegue qui sotto

"C'è stato qualcosa col Manchester [United], penso ci fosse un interesse ma nulla di concreto", rivela Fabinho.

"Ormai mi sono stabilito al Monaco, abbiamo avuto un buon inizio di stagione e sono concentrato solo su quello".

 

Chiudi