El Shaarawy trascinatore, ma Mancini lo ignora: "Non ci siamo mai sentiti"

Commenti()
Getty
El Shaarawy è il miglior marcatore della Roma in Serie A, ma non è ancora stato chiamato in Nazionale da Mancini: "Non ci siamo mai sentiti".

Con la doppietta contro la Sampdoria, Stephan El Shaarawy si è confermato il miglior marcatore della Roma per quanto riguarda la Serie A . Nessuno in stagione ha fatto meglio dei suoi 5 goal: Dzeko, bomber giallorosso stagionale se consideriamo anche la Champions, in campionato è fermo soltanto a 2.

Con DAZN avrai oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il 'faraone' si sta rivelando un enorme valore aggiunto per la sua squadra e ci ha messo poco a convincere Di Francesco , che gli sta dando grande spazio: viene da 7 presenze da titolare consecutive, in A è già a quota 9 e in 4 occasioni ha anche trovato la via della rete.

Chi ancora non è stato convinto dalle prestazioni di El Shaarawy è però  Roberto Mancini . Il ct dell'Italia non lo ha mai convocato, né per i match nel finale di stagione dell'anno scorso né per gli impegni di Nations League in questa stagione.

Dopo la doppietta con la Samp l'ala della Roma a 'Sky' si è così espresso riguardo l suo rapporto con il ct dell'Italia: “Non ci siamo mai sentiti , ovviamente sono dispiaciuto di non essere stato chiamato dato che ho sempre fatto parte della Nazionale" .

L'ultima presenza di 'Elsha' in azzurro risale a un anno fa, al 13 novembre 2017, nell'infelice notte di San Siro che è costata all'Italia la presenza al Mondiale di Russia 2018.

L'articolo prosegue qui sotto

"Devo far parlare il campo e son contento di aver fatto questa prestazione oggi", ha aggiunto il classe 1992.  "Mi dispiace non essere stato chiamato, è una maglia a cui tengo. Un attaccante per essere chiamato deve fornire goal e assist, io oggi l’ho fatto ma non dico niente”.

Tra campionato e Champions, l'ex Milan e Genoa è arrivato a quota 5 goal e 2 assist. Tra gli attaccanti italiani, è il quinto miglior realizzatore della Serie A: davanti a lui ha soltanto Immobile, Insigne, Pavoletti e Caputo.

 

Chiudi