Ecco l'Everton, Gasperini crede nell'Atalanta: "Sarà difficile, ma siamo pronti"

Commenti()
Giovedì l'Atalanta esordirà in Europa League ospitando l'Everton, per il tecnico nerazzurro Gasperini sarà un impegno difficile, ma non impossibile.

Sarà un Mapei Stadium colorato non di neroverde ma di nerazzurro quello che domani ospiterà la gara fra Atalanta ed Everton, valida per la prima giornata della fase a gironi di Europa League. Lo stadio di Bergamo, infatti, non ha ottenuto la licenza UEFA e l'Atalanta ha dovuto chiedere ospitalità al Sassuolo.

L'entusiasmo che gravita intorno all'Atalanta, tornata in Europa dopo tanti anni, è tanto e il mister nerazzurro Gian Piero Gasperini si augura non sia fonte di distrazione per i suoi giocatori... "Dovremo spostare l'attenzione su noi stessi - ha affermato in conferenza stampa - Per quanto ci faccia grande piacere tutto questo seguito, noi dobbiamo concentrarci sulla gara, perché questa è la cosa più importante".

Sono passati ormai quasi trent'anni da quell'Atalanta che fece grandi cose in Coppa UEFA... "Probabilmente i tifosi che hanno vissuto quel periodo possono fare meglio di me questi raffronti - ha proseguito Gasperini -  Ventisei anni sono tanti, sono cambiate squadre e regole, però credo che alla fine il comune denominatore è l'entusiasmo che ci circonda. La gente vive nuovamente quell'entusiasmo".

Gasperini e l'Atalanta non intendono prendere sottogamba l'impegno in Europa League... "L'affrontiamo con fiducia e rispetto - ha detto ancora il tecnico - Noi non abbiamo un nome così importante, ma la stagione sul campo ha detto cose vere. Abbiamo entusiasmo, dietro di noi, e una competizione su cui puntiamo molto. Non mettiamo obiettivi ma c'è la curiosità di misurarci al meglio con le altre squadre".

L'Atalanta affronterà la competizione senza fare calcoli in chiave campionato quindi... "Sono sei partite, è un mini campionato di sei gare, si va a classifica e ogni gara va interpretata - ha detto Gasperini - C'è anche la novità che incontriamo avversari che non abbiamo mai incontrato. In A bene o male conosci tutti, questa è la parte differente. Dobbiamo adattarci, ma le nostre caratteristiche non dobbiamo cambiarle".

Primo avversario è una squadra forte e ostica come l'Everton... "Ha fatto una grande scorsa stagione - ha proseguito Gasperini - Le squadre inglesi sono sempre molto preparate sotto tutti gli aspetti. Il girone è difficile, c'è inoltre una squadra francese e anche quella di Cipro non è certo un outsider. Però siamo pronti per questa competizione".

Nell'Everton non è ancora certo che scenderà in campo anche Wayne Rooney... "Non so se ci sarà o meno - ha affermato Gasperini - Rappresenta certamente una parte importante del calcio inglese. Io sarei contento ci fosse, i grandi giocatori e i grandi avversari sono sempre difficili da affrontare ma rendono più prestigioso l'impegno".

Riguardo la formazione, Gasperini non fa rivelazioni, ma afferma di avere le idee molto chiare... "Ho già in testa la formazione - ha detto - Negli ultimi due giorni abbiamo dovuto rinunciare a Gosens e Ilicic. Per domani, per quanto non la annunci, posso dire che siamo pronti".

Di certo saranno assenti Spinazzola e Gosens... "Abbiamo però soluzioni molto valide - ha spiegato Gasperini - anche se ci mancano i due giocatori nello stesso ruolo. Credo che sia comunque un problema passeggero: di Gosens sapremo meglio lunedì, mentre Spinazzola dovrebbe star fuori una settimana-dieci giorni".

Chiudi