Notizie Risultati
Champions League

Draxler a Goal: "Stella Rossa-PSG una finale, passeremo il turno"

10:46 CET 10/12/18
Julian Draxler Paris Saint-Germain PSG 2018-19
Julian Draxler, a Goal, scommette sul PSG in Champions: "A Belgrado sarà difficile, ma abbiamo grandi giocatori e sono sicuro che ci qualificheremo".

Dentro o fuori. Il PSG, insieme a Napoli e Liverpool, si gioca tutte le proprie chances di approdo agli ottavi di Champions League negli ultimi 90 minuti di una fase a gironi che per le 3 rivali si preannunciano di fuoco.

Guarda la Ligue 1 in esclusiva su DAZN: attiva ora il tuo mese gratuito

Julian Draxler, in esclusiva a Goal, carica i francesi in vista del match di Belgrado contro la Stella Rossa: "Abbiamo dimostrato durante la seconda partita contro il Liverpool che siamo anche in grado lottare,ma in Champions League è molto importante, perché tutte le squadre sono a un livello elevato come lo siamo noi Penso che partite come questa non si vincono giocando a calcio, devi combattere. Lo abbiamo dimostrato contro il Liverpool durante l'ultima partita, ma in Champions League devi dimostrarlo in ogni partita se vogliamo andare il più lontano possibile".

La ricetta per Belgrado è semplice: "Dobbiamo prepararci allo stesso modo di come ci siamo preparati per il Liverpool, perché come hai detto per noi è come come una finale. Dobbiamo vincere lì, almeno dobbiamo portare a casa un punto. Abbiamo visto le partite del Liverpool e del Napoli lì, è stato difficile per loro e sarà difficile per noi ma abbiamo battuto il Liverpool in casa e abbiamo grandi, grandi giocatori nella squadra. Sono sicuro che vinceremo lì e ci qualificheremo per il prossimo turno".

"Rispetto al Liverpool sarà una partita diversa. Sappiamo che siamo stati molto forti al Parco dei Principi ma nelle ultime partite anche in Ligue 1 abbiamo avuto alcuni problemi. Quindi sappiamo che non sarà facile ma se vuoi andare lontano in Champions League è chiaro che devi vincere lì".

L'accentramento di Neymar, ha portato Tuchel a cambiar ruolo a Draxler: "Sappiamo che Neymar ha grandi abilità, è un grande giocatore così proviamo a servirlo in ogni zona del campo. Se gioca a sinistra, noi proviamo a servirlo sul lato sinistro, se gioca da numero 10, proviamo a servirlo in mezzo. A lui non interessa in quale posizione gioca, perché cerca di essere ovunque sul campo. Per noi non fa una grande differenza ma ovviamente se hai un giocatore come lui devi dargli la palla. Questo è anche il mio ruolo al momento. Provo a difendere bene con Rabiot, Marquinhos o Verratti, non importa, se abbiamo la palla proviamo a servire Neymar e Mbappé, perché sono molto pericolosi e possono segnare dal nulla. Ecco perché proviamo a servirlo ogni volta e non importa in quale posizione sia".

Da parte del tedesco, parole dolci per Verratti: "E' un giocatore geniale, non perde mai la palla, giocare al suo fianco ti fa sentire bene. E' bello giocare anche con Marquinhos o Rabiot, che è un grande calciatore, ma per me Marco è speciale".

Mbappè è andato vicino al Pallone d'Oro nonostante la giovanissima età, chiudendo al quarto posto: "È difficile da dire, è già un giocatore di livello mondiale. Ma ora ha 19 o 20 anni quindi, per vincere il Pallone d'Oro forse ha bisogno di più esperienza, visto che è ancora così giovane. Se continua così, in questo modo, lo vincerà un giorno, ne sono sicuro. Perché non ho mai visto un giocatore della sua età che giocasse bene come sta giocando lui. Sai che ha già vinto il Mondiale, quindi forse sarebbe buono per noi se potesse vincere anche la Champions League. Quindi, vincerà la Champions League col PSG e così  potrà avere il Pallone d'Oro l'anno prossimo".

Tra Mbappè e Neymar, chi metterà prima le mani sul trofeo? "Non lo so. Dipende dalla forma, che tipo di stagione hai giocato, in quale squadra giochi, a volte hai bisogno anche di un po' di fortuna. Quello che posso dire è che sono tutti e due giocatori fantastici ed entrambi meritano il Pallone d'Oro un giorno. Non si sa mai! Quest'anno è stato Luka Modric, e nessuno se l'aspettava forse prima del Mondiale".

Draxler, infine, pone sotto la lente il momento nerissimo del calcio tedesco: "Per la Germania è stato un anno terribile. Abbiamo perso molte partite, disputato un Mondiale terribile e subito alcune situazioni interne come quella di Ozil. Speriamo che con l'inizio delle qualificazioni ad Euro 2020 le cose possano cambiare, è importante avere rispetto per chi c'è stato finora ma c'è bisogno di rinnovare la squadra. Bisogna dare responsabilità ai giovani  ed è ciò che stiamo provando a fare. Mi fido del ct, spero faccia un buon lavoro".