News LIVE
Pallone d'oro

Pallone d'Oro, Donnarumma vince il Trofeo Yashin: è il miglior portiere al mondo

13:13 CET 30/11/21
Donnarumma Ballon
Miglior giocatore assoluto degli Europei, Gigio Donnarumma conquista il premio di portiere numero uno del pianeta nella cerimonia del Pallone d'Oro.

Gigio Donnarumma vince il Trofeo Yashin come miglior portiere al mondo. C'è anche un successo italiano durante la cerimonia del Pallone d'Oro, che ha visto l'ex estremo difensore del Milan e attuale numero uno del PSG conquistare il trofeo riservato ai portieri grazie agli Europei conquistati con l'Italia, in cui è risultato essere l'MVP dell'intero torneo.

Nominato anche per il premio di miglior giocatore maschile assoluto (due candidature alla pari di Pedri), Donnarumma ha chiuso la classifica generale nella top ten, decimo, più in alto dei compagni azzurri Chiellini (13esimo), Bonucci (14esimo) e Barella (26esimo). Solo Jorginho meglio di lui.

Passato al PSG in estate dopo aver lasciato il Milan a parametro zero, Donnarumma è stato decisivo per la vittoria di Euro2020, respingendo il rigore di Saka nella finalissima di Wembley dello scorso luglio. Un riconoscimento atteso per il 22enne, vista l'impossibilità di competere il premio più importante, quello del Pallone d'Oro per il miglior giocatore maschile.

Donnarumma entra così nell'albo d'oro del Premio Yashin, riconoscimento in onore dell'unico portiere capace di vincere il premio come miglior giocatore assoluto. Non assegnato nel 2020, visto lo stop del Pallone d'Oro causa pandemia di coronavirus, nel 2019 la prima edizione era stata conquistata da Alisson, davanti a Ter Stegen ed Ederson.

Il portiere del PSG ha superato abbastanza agevolmente le altre candidature del trofeo Yascin 2021: insieme a lui erano stati nominati Schmeichel (Leicester), Ederson (Manchester City), Courtois (Real Madrid), Mendy (Chelsea), Neuer (Bayern Monaco), Oblak (Atletico Madrid), Keylor Navas (PSG), Samir Handanovic (Inter) ed Emiliano Martinez (Aston Villa).

Per Donnarumma si tratta del primo grande premio individuale della sua carriera, dopo quello di squadra ottenuto con l'Italia quattro mesi fa. Al PSG il classe 1999 non è ancora l'imprescindibile titolare, visto e considerando l'alternanza con Keylor Navas, ma la sensazione è che dal 2022 difficilmente continuerà a fare alcune panchine tra Ligue 1 e Champions League.

Sul palco del Pallone d'Oro, con il premio Yashin tra le mani, Donnarumma ha parlato così:

"È stato un anno incredibile per me. A partire dal ritorno in Champions col Milan. Poi il Campionato Europeo che è stato incredibile. Abbiamo dato gioia a tutti gli italiani e a noi stessi. Sono senza parole ripensando a quell'emozione indescrivibile. Poi sono passato al Psg e sono molto orgoglioso. Era un segno del destino perché mi hanno sempre seguito ed era destino che il mio trasferimento fosse qui. Ringrazio il presidente e il direttore Leonardo per la fiducia e spero di ripagarli sul campo dando tutto per vincere. Volevo ringraziare la mia famiglia e la mia fidanzata. Mio fratello che mi aiuta ogni giorno in tutto e va a lui un ringraziamento speciale. Ringrazio anche tutte le persone che hanno fatto sì che questo sogno si avverasse. Così giovane e già così forte? È un orgoglio, sono ancora molto giovane e devo imparare tanto. Questo premio è il frutto del lavoro quotidiano, dei dettagli che ogni giorno costruisco. Devo ringraziare anche tutti i miei compagni e i miei ex compagni e allenatori che mi hanno aiutato e quelli attuali che mi aiutano ogni giorno a essere più forti".

TROFEO YASHIN, LA CLASSIFICA FINALE

  1. Gigio Donnarumma
  2. Edouard Mendy
  3. Jan Oblak
  4. Ederson
  5. Manuel Neuer
  6. Emiliano Martinez
  7. Kasper Schmeichel
  8. Thibaut Courtois
  9. Keylor Navas
  10. Samir Handanovic