Di Francesco svela: "Il modulo? Nella notte post Fiorentina"

Commenti()
Getty Images
Di Francesco si gode il trionfo dopo la mossa tattica che ha annichilito Valverde e il Barcellona: "Dopo la Fiorentina non ho dormito, sono un pazzo".

Notte di sogni, di coppe e di campioni a Roma: mai verso di una canzone fu più adeguato a descrivere l'estasi giallorossa per la leggendaria rimonta della squadra di Di Francesco sul Barcellona.

Un trionfo meritato: blaugrana annichiliti, asfaltati dal 1', tolti lor aria e ossigeno. Un successo figlio della volontà e del cuore, ma anche e soprattutto dell'atteggiamento tattico assolutamente inedito varato dall'allenatore della Lupa.

Un 3-4-1-2 schierato per valorizzare Schick piazzandolo nella posizione dove rende al meglio e che al contempo ha sistemato Nainggolan nel ruolo di guastatore tra le linee che gli riesce benissimo. Il tutto 'condito' dalle prestazioni di sudore e sangue da parte di Florenzi e Kolarov a tutta fascia, nonchè dalla grande prova di Juan Jesus, inserito nel terzetto divensivo.

Poi le gesta da tramandare ai posteri di Dzeko, De Rossi e Manolas hanno fatto il resto, ma nella notte romana Eusebio Di Francesco assapora davvero il gusto paradisiaco del trionfo personale e non fa nulla per sminuirlo, anzi... "Giusto o sbagliato che sia, in Italia si guarda sempre al risultato e quindi, come mi prendo le critiche, stavolta accetto anche i complimenti".

"Dopo la sconfitta con la Fiorentina - svela di Francesco - non ho dormito fino alle 5 e così, visto che sono un pazzo, ho studiato questo nuovo sistema di gioco in grado di mettere una pressione differente al Barça. Se fosse andata male mi avreste ammazzato...".

"Non è stata fortuna: ce lo siamo meritato - asserisce l'ex tecnico del Sassuolo - Non è nato un nuovo sistema di gioco, è nata una filosofia. L’Italia aveva bisogno di una squadra di caratura europea e abbiamo dimostrato di esserlo". Applausi.

Chiudi