Di Francesco pensa alla Roma anti-SPAL: "Schick? Il dolore è sparito, vedremo…"

Commenti()
Il tecnico della Roma Di Francesco sprona la sua squadra a non sottovalutare l'impegno contro la SPAL. Sull'impiego di Schick non scioglie le riserve.

In vista dell'ultimo e decisivo match nei gironi di Champions League, in programma martedì prossimo, la Roma scenderà in campo venerdì alle 18,30 per affrontare la SPAL nell'anticipo della 15ª giornata di Serie A. In conferenza stampa, il tecnico giallorosso Eusebio Di Francesco mette in guardia i suoi dal sottovalutare la neo-promossa.

La Roma, dopo una serie di risultati positivi, nelle ultime uscite è incappata in un pareggio e una sconfitta... "Questo significa che non possiamo più sbagliare, soprattutto nell'atteggiamento con cui affrontare le partite - ha spiegato Di Francesco - Perché lì davanti vanno veramente forte. La SPAL, arriva dalla Serie B ma ha giocatori anche d'esperienza in A, come Borriello, e fra le neo-promosse è quella che sta facendo meglio, quindi va presa con le molle perché se non l'affronteremo con la mentalità giusta potremmo fare male".

Riguardo i calciatori rientranti, o quasi, dai rispettivi infortuni, Di Francesco fa il punto su Emerson e sull'attesissimo Schick... "Emerson? Non è ancora al massimo ma è in grande crescita, in particolare nell'ultima settimana - ha spiegato - E non è detto che non possa essere utilizzato contro la SPAL. Schick? Sono contento che abbia fatto degli allenamenti senza avvertire problemi, il dolore è sparito. Che domani possa giocare dall'inizio non è detto, lo deciderò tra l'ultimo allenamento e domani, parlando anche col ragazzo".

Totti in un'intervista ha espresso le sue preferenze per la panchina della nazionale italiana e per la presidenza della FIGC e ha anche spiegato che fra Juventus e Napoli spera che lo Scudetto lo vincano i partenopei... "Voto anche io per Vincenzo Montella e per Damiano Tommasi - ha detto Di Francesco - Riguardo il discorso sullo Scudetto, invece, mi auguro che vada un po' più a Nord di Napoli, ma è una battuta".

E a proposito di Juventus e Napoli... "Se invidio qualcosa a queste due squadre? L'invidia non fa parte della mia visione della vita - ha detto il tecnico giallorosso - Il poter allenare per tanti anni una squadra è senza dubbio un vantaggio; il loro confronto di domani mi auguro possa finire con un bel pareggio, così rimaniamo tutte lì".

Nelle prossime due partite non ci sarà De Rossi, squalificato dopo l'espulsione rimediata contro il Chievo... "Ha sbagliato e lui lo sa - ha detto ancora Di Francesco - Non è la prima volta che succede, ma è la prima volta con me. Si è scusato pubblicamente, ma non va certo abbandonato. C'è un regolamento della società e uno interno, De Rossi pagherà le conseguenze del suo gesto e ripartiremo da zero. Lui che è un vero romanista, ha bisogno di sentire l'appoggio della gente".

Riguardo il reparto offensivo, negli ultimi tempi è un po' sparito il turco Under... "Domani giocherà lui oppure Schick, deciderò stasera - ha spiegato Di Francesco - Chi ha giocato fino ad ora ha fatto molto bene, ma lui è cresciuto molto e non ha mai smesso di allenarsi in un certo modo e di questo sono felice. Se potrebbero giocare assieme? Se Schick giocherà è più facile che giochi assieme a Dzeko".

Di Francesco anticipa poi che Nainggolan non farà parte dei convocati... "Radja non verrà convocato - ha detto - Ha un affaticamento dovuto al fatto che ha giocato tanto e abbiamo scelto di fare un percorso per riportarlo al top la prossima settimana. Perotti? Valuteremo oggi, ma difficilmente scenderà in campo dall'inizio".

Chiudi