Notizie Risultati Live
Serie A

De Laurentiis: "Napoli in ritiro fino a domenica, il problema è nel gruppo"

13:22 CET 04/11/19
Aurelio De Laurentiis, Napoli
Aurelio De Laurentiis parla del momento del Napoli e degli arbitri: "Dovrebbero essere stranieri, ben pagati e cacciati dopo 3 errori gravi".

Il Napoli viene da una settimana da dimenticare: pareggi contro Spal e Atalanta, sconfitta con la Roma. Dalla vittoria di Salisburgo, la squadra di Ancelotti ha faticato a carburare e in campionato non vince da 4 partite.

Con DAZN segui la Serie A TIM con 3 gare ogni giornata IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND 

Nella situazione di difficoltà è intervenuto Aurelio De Laurentiis. Il presidente a 'Kiss Kiss Napoli' ha annunciato che la squadra sarà in ritiro fino a domenica, non per un ritiro punitivo ma per trovare motivazioni. 

"La squadra sarà in ritiro fino a domenica. Ancelotti è un grande allenatore, il problema va riscontrato nel lavoro del gruppo. I giocatori devono trovare motivazioni non solo contro il Liverpool. Non è un ritiro punitivo ma costruttivo. Non sono preoccupato dei nostri 18 punti in classifica, basta vincere 4 o 5 partite per recuperare".

Il presidente del Napoli ha parlato anche degli arbitri, contestati dopo le ultime due partite contro Atalanta e Roma. Per De Laurentiiis la viia da seguire sarebbe fare tabula rasa.

"A Roma non è stato permesso ad Ancelotti di stare in panchina per una stupidità ed una ottusità di regolamento. Bisognerebbe fare tabula rasa e mandare tutti a casa. Gli arbitri devo essere gestiti dalla Lega. Dovrebbero essere tutti giovani e stranieri. Ben pagati, multati quando sbagliano. Dopo tre errori gravi dovrebbero essere allontanati".

Secondo De Laurentiis il Var dovrebbe essere utilzzato con le chiamate degli allenatori, una per tempo, di modo da non perdere tempo e per supplire all'autorità dell'arbitro.

"Per ogni tempo ci vorrebbe una chiamata dell'allenatore avversario e dell'allenatore nostro. Se tu dai per due volte in una partita la possibilità di chiamare la VAR ad entrambi gli allenatori, quanto tempo perdiamo? Non tanto. Si perde più tempo come si fa ora, visto che l'arbitro non sa tenere l'autorità in campo".