Dani Alves incorona Dybala: "In lui rivedo Messi, Juventus come una scuola"

Commenti()
Dani Alves esce allo scoperto: "In Dybala qualcosa che avevo visto solo in Messi, alla Juventus per me è stato come tornare a scuola".

A poche ore dalla finale di Cardiff che potrebbe regalare alla Juventus   quella Champions League che manca ormai da 21 anni per Paulo Dybala arriva l'incoronazione di Dani Alves .

L'ex terzino del Barcellona infatti, in una lunga intervista a 'Player's Tribune', ha ammesso: "A volte credo che la vita sia come un cerchio. Non riesco a liberarmi di questi argentini. Al Barcellona c'era Messi, qui Dybala. 

Un giorno in allenamento ho visto qualcosa in Dybala che prima avevo visto solo in Messi. Non è solo questione di talento. Ma il talento puro combinato con la volontà di conquistare il mondo".

L'ambientamento alla Juventus non è stato facile e Dani Alves non lo nasconde: " Quando sono arrivato  è stato come andarmene ancora di casa. L'avevo fatto in Brasile a 13 anni, quando andai in Spagna a 18 e ora per andare in Italia, a 33.

L'articolo prosegue qui sotto

A Torino è stato come tornare a scuola. In tutta la mia vita ho amato attaccare, qui è importante soprattutto difendere. All'inizio volevo che i giocatori vedessero che rispettavo la loro filosofia e la loro storia. E una volta che avrei guadagnato il loro rispetto, avrei mostrato loro le mie qualità".

Infine riguardo alla finale di Champions il brasiliano assicura: " Una volta che comincerà la partita, troveremo il modo in cui vincere. Vincere non è solo un obiettivo alla Juve, è un'ossessione. Non ci sono scuse.

Sabato posso conquistare il mitolo 35 in 34 anni. È un'opportunitù speciale e non ha nulla a che vedere col fatto di dimostrare al Barcellona che ha sbagliato a lasciarmi andare. Avrò la possibilità di giocarmi la Champions". Basta e avanza, insomma.

Chiudi