Da Emil a Georgi Kostadinov: la Francia vede i fantasmi in Bulgaria

Commenti()
Getty Images
Domani la Francia sfiderà la Bulgaria di Georgi Kostadinov: è omonimo di Emil, che nel 1993 eliminò la nazionale di Houllier dalla corsa a USA '94.

Da Emil a Georgi, ed è subito salto all'indietro di 24 anni. Ripensando a quel contropiede fatale, che costò alla Francia allora diretta da Gerard Houllier la partecipazione a USA '94. Vecchi fantasmi che ritornano prepotentemente.

Emil è Emil Kostadinov, che oggi ha 50 anni tondi tondi e nel 1993 scrisse una delle pagine sportivamente più dolorose della storia della Francia: una sua doppietta, con tanto di contropiede mortale al 90', gettò nel dramma un'intera nazione ed eliminò Cantona e compagni, a cui sarebbe bastato anche un pari, dalla corsa ai Mondiali americani dell'anno successivo.

Emil Kostadinov France Bulgaria

Georgi è invece Georgi Kostadinov. 27 anni, centrocampista in forza agli israeliani del Maccabi Haifa, nessun grado di parentela con Emil ma un cognome che non può non far effetto. Anche perché, oggi come allora, la Francia non è per nulla certa di approdare ai Mondiali.

La nazionale di Didier Deschamps è infatti prima nel proprio raggruppamento, sì, ma con un solo punto di vantaggio sulla Svezia seconda. Domani gli scandinavi anticipano alle 18 con il Lussemburgo, avversario comodo nonostante sia lo stesso che poche settimane fa ha strappato un incredibile 0-0 proprio in Francia, e sperano dunque di operare il sorpasso.

La Bulgaria è invece quarta nel girone, con ancora qualche chance matematica di approdare almeno agli spareggi. Si gioca a Sofia, dov'è già caduta senza appello un'altra grande come l'Olanda. Gara più che mai delicata per una Francia che vede i playoff come uno spauracchio.

Anche perché, come detto, dall'altra parte ci sarà un certo Kostadinov. Non Emil, ma Georgi. Le cui referenze recenti sono particolarmente inquietanti: nelle ultime tre gare di qualificazione ha segnato altrettante reti, nonostante non sia un attaccante. A lui dovrà fare particolare attenzione la Francia. Per tutta la partita, non solo al 90'.

Chiudi