Da Candreva a Eder: l'Italia arruola i rigoristi anti-Spagna

Commenti()
Getty Images
A due giorni da Italia-Spagna, si fa strada l'ipotesi che la gara possa protrarsi ai rigori: in lizza De Rossi e Immobile. Conte ripropone l'11 anti-Belgio, ma spera Florenzi.

Si è verificata nel 2008, e quella volta ci andò male: l'eventualità dei rigori, quando dalla fase a gironi si passa a quella a eliminazione diretta, non è mai da scartare. Specialmente in un ottavo che si preannuncia, almeno teoricamente, all'insegna dell'equilibrio come Italia-Spagna.

"Noi ci prepariamo come le altre partite, poi se ci fermiamo a tirare due rigori meglio... - ha detto ieri Giorgio Chiellini in conferenza stampa - Conoscete il mister e la sua meticolosità nel preparare le partite. Questa è un'eventualità che può capitare".

A due giorni dalla sfida, un quadro sui possibili rigoristi già si può abbozzare. Lo fa l'edizione odierna di 'Tuttosport', che analizza il rendimento recente dal dischetto di alcuni azzurri potenzialmente utilizzabili da Conte in un'eventuale lotteria finale: ci sono Antonio Candreva ed Eder, ad esempio, specialisti rispettivamente nella Lazio e nella Sampdoria (prima del trasferimento di gennaio all'Inter).

Sono loro due i primi indiziati ad andare sul dischetto, nel caso la gara termini in parità dopo i 90 e dopo i 120 minuti. Ma tra i papabili ci sono anche Daniele De Rossi, male nel quarto del 2008 contro la Spagna ma benissimo nella finale mondiale di due anni prima, e poi Ciro Immobile e Graziano Pellé. Tutti rigoristi o potenziali tali.

E a proposito proprio di Candreva, sembra ormai certo che l'esterno della Lazio lunedì ci sarà: sta recuperando dall'affaticamento muscolare dei giorni scorsi e dovrebbe scendere in campo regolarmente. Componendo così un undici che dovrebbe essere identico a quello che ha affrontato, e battuto, il Belgio all'esordio.

E dunque: Buffon tra i pali; il collaudato trio Barzagli-Bonucci-Chiellini in difesa; lo stesso Candreva e Darmian esterni, con Parolo, De Rossi e Giaccherini in mezzo al campo; Pellé ed Eder a formare la coppia offensiva. L'unico punto interrogativo riguarda il possibile ingresso di Florenzi per il laziale, ma il romanista dovrebbe cominciare dalla panchina.

Chiudi